Messaggio

Simboli di giustizia

Arte e giustizia.

 

Una mano che sbuca da una nuvola costituisce un'antica forma di rappresentazione della Prima Persona della Trinità. Nei primi secoli cristiani Dio Padre è ancora una figura non direttamente rappresentabile. Un modo di raffigurarlo è quello di mostrare la Sua mano che esce dalle nuvole.

Negli Emblemi di Alciati, a partire dall'edizione del 1546, comincia a diffondersi un'immagine che unisce mano e occhio.

Al XVI secolo risale la marca tipografica di Francesco Bindoni il giovane.

Qui la mano che esce dal-le nuvole, con avvolto un serpente che si morde la coda, regge uno scettro in cima al quale troviamo un occhio. Occhio e scettro, secondo Zappella (I, p. 268), sono "emblemi rispettivamente della giustizia divina e umana".

Questa immagine è riportata anche nell'antiporta di un'opera di Vultejus che qui pubblichiamo.

Dal Rinascimento, in marche tipografiche ed emblemi, la mano diventa un segno convenzionale con cui situare l'immagine in una sfera che, senza essere più direttamente quella divina, stacca dalla realtà del visibile quotidiano e introduce a una visione più elevata.

Un 'immagine- simbolo della regalità francese infatti è quella della main de justice, che incontriamo per esempio su uno dei piatti della bilancia della Giustizia in testa alla dedica di un'edizione francese settecentesca.

(Tratto da uno studio realizzato dall’Università di Modena e Reggio Emilia – Biblioteca universitariadi area giuridica)