Messaggio

"Pacchetto Severino": aumento del contributo unificato

Nel cd "pacchetto" Severino andato il 16 Dicembre scorso in Consiglio dei Ministri, volevo segnalare ai colleghi questa apparentemente innocua, ma sostanziale modifica per le cause davanti al Giudice di Pace. Il valore della causa per consentire la difesa anche alla parte è raddoppiata, ed arriva a quota 1000 euro. Fin qui, la cosa può anche avere un senso. Ciò che deve far riflettere è il seguente comma, aggiunto all'art. 91 cpc. "Nelle cause previste dall'articolo 82, primo comma (ovvero quelle dove ci si può difendere da soli), le spese, competenze ed onorari liquidati dal giudice non possono superare il valore della domanda». La motivazione di questo, leggiamo dal sito del Ministero, è per porre un argine alle cause seriali, che "intasano" gli uffici dei Tribunali. Ciò significa che per una sanzione di 37 euro, quale può essere quella di una multa sulle strisce blu, bene che vada si rientrerà in possesso del contributo unificato stesso, e che quindi non verranno liquidati onorari e competenze: dunque, una sorta di invito all'Amministrazione ad elevare sanzioni su sanzioni, poiché per il calcolo delle probabilità sui grandi numeri all'Amministrazione non può che andar bene. Qualcuno pensa di farsi sentire su questa norma, oppure dobbiamo aspettare che entri in vigore per lamentarcene come categoria, ma prima ancora come cittadini?

Avv. Mauro Mazzoni*

Presidente dell'Accademia Forense