Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Cultura

Lo stupro di Lucrezia

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOUn brutale atto di cronaca, raccontato da Ovidio e Tito Livio, successivamente ripreso da Chaucer, attraverso la penna di Shakespeare diventa un poema narrativo che porge la voce della vittima, Lucrezia. Una donna violata, ferita nell'intimità,che trova nel suicidio l'unica fuga dal dolore che la strazia. La sua morte scatenerà l'ira dei Romani contro la monarchia, aprendo la strada alla Roma Repubblicana. Moglie di Collatino, Lucrezia suscita inconsapevole, solo per le lodi che ne tesse il marito parlando con altri generali, il desiderio violento di Tarquinio. Lo ospita, rispettando il vincolo dell'amicizia, ma durante la notte Tarquinio la brutalizzerà, gettandola nella disperazione. Una grande prova di recitazione fisica, per Alice Spisa e Jacopo Squizzato, diretti da Valter Malosti, voce narrante che fa da contrappunto alla drammaticità della scena. Corpi nudi su un tappeto rosso, disarmati contro la violenza.

Clotilde Spadafora

di William Shakespeare - Regia Valter Malosti.

Nella foto: Valter Malosti, Alice Spisa, Jacopo Squizzato.

Fotografia di TOMMASO LE PERA.


Add a comment

Agenzia Capitolina sulle tossicodipendenze

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLO"L' Agenzia nacque, diversi anni fa, con l'intenzione di rappresentare un punto d'osservazione globale su un fenomeno, quello delle tossicodipendenze a Roma, complesso e in continuo cambiamento, e alla cui base vi sono fattori sociali, ideologici e di disagio familiare. Per quindici anni abbiamo dialogato costantemente con gli enti territoriali e con le forze dell'ordine, seguendo le indicazioni delle varie amministrazioni comunali, che priviegiavano soprattutto gli spetti sanitari dell' azione contro le tossicodipendenze. L'ultima Amministrazione ci ha chiesto invece, dal 2008 al 2013,di privilegiare la promozione d'uno stile di vita piu' sano tra i giovani, agendo, quindi, piu' sulla domanda di droga; ora, siamo disponibili a seguire le direttive anche della Giunta attualmente in carica, e sarebbe quantomeno un peccato smantellare questa Agenzia, il cui lavoro in cinque anni ha dato validi risultati".

Nella sala conferenze dell' Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, in via Voghera, lo psichiatra Santo Rullo, consigliere anziano dell' Agenzia, ha aperto così la presentazione alla stampa dei risultati dell' azione dell' ACT nel quinquennio 2009-2013, dopo un breve saluto del Presidente, Luigi Maccaro ("Ringrazio tutti gli operatori, che ci hanno aiutato a tirar fuori il problema droga dalle secche dell'ideologia, e ci permetteranno, a fine mese, di chiudere in attivo il bilancio 2013"). E Padre Matteo Tagliaferri, altro membro del Consiglio d'Amministrazione: "Viviamo ancora, sul piano culturale, una disattenzione per le domande sottese all'uso degli stupefacenti, per quella naturale, quanto disperata, esigenza di significati, di qualcosa per cui vivere, che, insoddisfatta, spinge tanti giovani a rivolgersi alla droga.Se vogliamo realizzare le indicazioni dell' ONU, che recentemente ha ribadito l'importanza di combattere proprio la domanda di droga, dobbiamo capire, insomma, cosa spinge gli utenti a cercarla: appunto per questo, negli ultimi anni, abbiamo organizzato tanti incontri tra i nostri operatori, i giovani e le famiglie".

"Nel 2009 - ha ricordato Massimo Canu, direttore dell' ACT - iniziammo a seguire le linee guida approvate dal Consiglio Comunale: le prime dopo undici anni di attività dell' Agenzia, che tenevan conto degli obbiettivi del PAN, Piano d' Azione Nazionale per le tossicodipendenze, e del Piano dell' Unione Europea di lotta alla droga. Prima, l'80% del bilancio dell' ACT ( che nel 2008, preciso, trovammo in passivo, e abbiamo riportato poi in attivo) era speso per la riduzione dei danni da tossicodipendenza. Noi abbiamo cercato invece d' agire direttamente sulle persone piu' bisognose d'intervento, anche quelle potenziali: cioè abbiamo lavorato alla realizzazione, per la prima volta, di servizi per una vera prevenzione del ricorso alla droga, e la promozione di stili di vita piu' sani. Questo ha comportato anzitutto lo sviluppo di tutta la rete informativa dell' Agenzia, sul web e telefonica, in merito appunto alle possibilità di cura, asilo, disintossicazione degli utenti e loro reinserimento sociale: i servizi in formativi dal 2012 al 2013 sono cresciuti, in termini di contatti con gli utenti, del 28%. Con la facoltà di medicina della "Sapienza", inoltre, che ha varato un programma di studio sulla diffusione delle tossicodipendenze riguardante 16.719 persone, abbiamo realizzato un questionario che è stato somministrato a 5.086 individui. In complesso, dal 2012 al 2013 la massa di contatti tra i nostri servizi informativi e gli utenti ha avuto un aumento esponenziale, del 191% ".

"In sintesi - ha precisato ancora Canu - risultano estremamente migliorati i servizi di cura, riabilitazione e reinserimento socio-lavorativo dei tossicodipendenti ( cosiddetti servizi "Ad alta soglia", come la Comunità di Riabilitazione Residenziale di Città della Pieve e il Centro Residenziale di Reinserimento di Via del Risaro, gestiti dal CE.I.S, di don Mario Picchi e da alcune cooperative sociali): paragonando i dati 2012 e 2013, si nota che nel 2013 c'è stato un aumento complessivo di utenti pari al 24,1%, rispetto al 2012, segno che il lavoro svolto all'interno dei Servizi a soglia intermedia, nell'anno precedente, è stato efficace, consentendo d' accompagnare l'utente verso percorsi ad alta soglia, finalizzati appunto al suo recupero, e reintegro nel tessuto professionale e, ove possibile, familiare".

Tra i servizi, attivati all'interno del "Nuovo Quadro dei Servizi Cittadino" del 2012, figurano Centri a bassa soglia; nuovi percorsi a soglia intermedia (tra cui, due Comunità Residenziali di prima accoglienza e un Centro Diurno Semiresidenziale); i ricordati servizi potenziati di cura, riabilitazione e reinserimento socio-lavorativo; e quelli deputati alla Prevenzione (tra cui due Servizi di Prevenzione sul web e ben cinque di Prevenzione per le scuole secondarie di secondo grado, presenti in tutti i 15 Municipi romani).

Di disagio giovanile e ricorso alle droghe, questa testata, sin dal 1978-'79, s'è occupata spesso: cercando - come sua precisa scelta, per ogni tema affrontato - d andare sempre dietro le quinte, afferrando il nocciolo della questione. E' da fine estate scorsa, che l'attuale Giunta capitolina non fa mistero di voler chiudere un' Agenzia, appunto questa per le Tossicodipendenze, che in cinque anni, con un fitto lavoro sul campo, ha prodotto anzitutto la diminuzione annuale dei morti per droga a Roma (dato certificato dal Viminale), e cercato di promuovere tra i giovani uno stile di vita sano, fondato sul principio di dire no a qualsiasi droga, "senza se e senza ma", e vòlto al recupero delle enormi potenzialità - intellettive, spirituali, pratiche- presenti in ogni uomo. Se il sindaco Marino vuol chiudere l' ACT, riaffidandone i compiti alle ASL (e quindi, diciamo la verità, dandolo interamente in gestione a quello stesso giro di cooperative che da piu' di trent'anni, ormai, in parte se ne occupa), ne dica chiaramente i motivi: spiegando bene ai cittadini come continuerebbero ad essere forniti al pubblico i servizi dell' Agenzia, e con quale impiego dei soldi dei contribuenti.

FABRIZIO FEDERICI


Add a comment

Premio Vis Iuridica IusGustando

sotiUna sinfonia di sapori e tradizioni napoletane, accompagnerà la terza edizione del premio VIS IURIDICA che l'Associazione IUSgustando, presieduta dall'avv. Antonella Sotira Frangipane, la quale, il giorno 29 gennaio p.v., conferirà a personalità che si sono distinte non solo per la difesa e la tutela dei Valori di legalità e giustizia ma anche per quelli della sana, legale ed etica alimentazione. Ai premiati, il Primo Presidente della Cassazione Giorgio Santacroce, il Vice Presidente dell'Autorità Garante Augusta Iannini, il Capo Dipartimento della Giustizia Presidente Simonetta Matone, l'attuale Sottosegretario alla Giustizia Cons. Cosimo Maria Ferri, l'avv. Grazia Volo, il Presidente Nazionale dell'Ordine dei Tecnologi alimentari Carla Brienza, il Consigliere Nazionale della Chaine des Rotisseurs Anna Accalai, lo Chef Fabio Campoli e al filantropo Roberto E. Wirth, Proprietario e Direttore Generale dell' Hassler Roma, Presidente dalla Onlus CABSS (Centro Assistenza per Bambini Sordi e Sordociechi), verrà consegnata l'opera, realizzata dall'artista Francesco Misuraca, un candeliere a due cucchiai che ricorda la bilancia della Giustizia. Bellissime le motivazioni dei premi, "declinate" in versi e aforismi giuridici, declamate dalla conduttrice televisiva Camilla Nata. Nella Cucina dell'Antica Biblioteca Valle, la cantante napoletana Giò di Sarno e lo Chef Alessandro Vassallo - tenteranno di conquistare il premio "La Giustizia è Cotta" cimentandosi in una gara di Ragu' che la Giuria di Degustazione, formata dai premiati e dalla bellissima Matilde Brandi, dovrà degustare per giungere al verdetto finale, senza possibilità di appello. Conferiti anche i riconoscimenti di Socio Onorari a molti esponenti del mondo forense, il Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Roma Mauro Vaglio, l'ex Presidente avv. Alessandro Cassiani, il Criminologo Natale Fusaro, la giornalista Cristiana Lodi, il Presidente della Commissione Federale Antidoping Pino Capua, il Dirigente della Scuola di Polizia Domenico Antonio Scali, Maricia Belfiore Vice Presidente L.I.D.U. Per l'ASTA di beneficenza a favore dell'A.I.S.P.P.D. per la prevenzione delle patologie della donna, l' ultima creazione dell'Antica Oreficeria Germano "Sapore Tricolore" un porte-bonheur a forma di peperoncino con brillanti tricolore e il ciondolo -anello in argento "Una Rosa per laVita". 


Add a comment

Processo a Babbo Natale

Lunedì sera nella splendida cornice del Teatro della Cometa, ai piedi del Campidoglio, si è tenuta, con un clamoroso successo la rappresentazione teatrale, di carattere sociale e benefico, "Processo a Babbo Natale". Si tratta di un'opera inedita scritta dall'avv. Romolo Reboa, direttore della rivista InGiustizia la Parola al Popolo a quattro mani con il giudice scrittore Gennaro Francione. Gli autori con questa piece, classica e moderna allo stesso tempo e per i temi trattati e per la tecnica narrativa propria del dramma e della farsa, attraverso l'ironia e la comicità, hanno voluto dimostrare come i pregiudizi e le discriminazioni razziali e sessuali, possano divenire delle vere e proprie piaghe sociali, a scapito, soprattutto dei più deboli e per di più nei giorni del Santo Natale. La storia infatti narra le vicende di tre Babbo Natale, uno di pelle bianca, l'altro di pelle nera, l'altro donna sotto spoglie maschili che, portati in catene sul palcoscenico, subiscono accuse infamanti all'interno di un processo in due atti, diviso tra il verosimile e il fantastico. Attraverso una serie di colpi di scena questo circo della giustizia arriva al verdetto finale: ossia se la legge davvero coincida con la giustizia. A stabilire il verdetto una giuria speciale composta da eminenti personalità: Umberto Apice, Avvocato Generale della Suprema Corte di Cassazione; Giorgio Barattolo, Direttore del Teatro della Cometa e della Cometa Off; Antonella Sotira, Presidente dell'Associazione IUSgustando, Massimo Barra, Presidente della Croce Rossa Italiana e fondatore e presidente di Villa Maraini, centro di recupero per tossicodipendenti; Osvaldo De Micheli, l'uomo della pubblicità del cinema italiano, che ha "lanciato" molti dei film dei maggiori registi italiani; Sergio Rossi, Senatore dell'Accademia Internazionale d'Arte Moderna e Direttore della rivista Tennis Oggi. Un'eccezionale parterre di ospiti, ha partecipato a questa nobile iniziativa intrapresa dall'avv. Romolo Reboa, il quale non è la prima volta che, sia in prima persona sia attraverso le pagine della propria rivista, sostiene iniziative di carattere sociale a favore delle fasce più deboli della società insieme a battaglie per una giustizia giusta. In particolare, hanno presenziato la serata: l'avv. Mauro Vaglio, Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Roma, il notaio, avv. Alberto Vladimiro Capasso, l'avv. Massimo Mannocchi, segretario generale del Circolo Canottieri Roma, la giornalista Rai Chiara Lico, l'urbanista arch. Mauro Mancini, la giornalista editorialista Michela Rossi, il giornalista Fabrizio Federici, Antonietta Alchimede, responsabile della comunicazione di molte società operanti nel mondo della pubblicità cinematografica, la performer Claudia Cotti Zelati, il musicista maestro Ruggero Iacovella, l'avv. Laura Vasselli, già Consigliere dell'Ordine degli Avvocati, Claudio Czeller, nel ruolo del vero Babbo Natale, la giuslavorista avv. Roberta Verginelli, Umberto Venerucci ed Alma Di Mattia, responsabili di molti centri sportivi a Roma e nel Lazio, Dario Angeloni, Presidente del Collegio Sindacale dell'Ospedale San Camillo Forlanini e componente di organi di controllo di tante altre società pubbliche, l'avv. Olga Perito, del Ministero dell'Economia e Finanze ed il dr. Riccardo Monaco, del Ministero dello Sviluppo Economico. Inoltre, l'imprenditore Fabio Stroppaghetti e la consorte, la disegnatrice di moda Isabella Marcelli, la commercialista e revisore contabile dr.sa Lucia Cocci, il dr. Mauro Maritati, il manager assicurativo Giuseppe Vecchione, gli avv.ti Simone Trivelli e Giuseppe Covino, Rodolfo Livanti, patron del brand Nuvolari, Stanislao Bernasconi, Massimo Reboa, amministratore unico di diverse società operanti nel mondo forense, il dirigente bancario Edgardo Valentini, Antonella Coltella, responsabile dell'Ufficio Fund Raising dell'Ospedale Bambino Gesù, l'avv. Prof.ssa Claudia Cermelli, Anselmo Calò per la Stereo Much, Massimiliano Salustri e Renata Pizzagalli del brand Campo Marzio Design. Lo spettacolo, patrocinato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma, è stato preceduto da un telegiornale simulato - InNews che ha annunciato a gran voce i tre clamorosi arresti avvenuti nella Capitale. Prima dell'inizio dello spettacolo gli ospiti sono stati accolti con un cocktail di benvenuto a cura del noto chef del Circolo Canottieri Roma, Egidio Longo. Il tutto accompagnato da una degustazione di vini a cura della nota casa vinicola Casale del Giglio e da una degustazione di pregiati olii a cura dell'azienda Casale Borghesiano. Numerosi gli sponsor aderenti alla manifestazione: Azienda Agricola Casale del Giglio, Azienda Casale Borghesiano, Campo Marzio Design, Chef Egidio Longo del Circolo Canottieri Roma, Brand Nuvolari, Pasticceria Sicilia, Stereo Much. Sostenitore dell'iniziativa anche il calciatore Francesco Totti, che, per la causa benefica, ha donato due maglie autografate. Durante la serata, si è tenuta, con un'asta pubblica, la vendita dei regali natalizi (articoli e prodotti offerti dagli sponsor aderenti), sequestrati ai tre imputati, ed il cui ricavato è stato devoluto all'Ospedale Bambino Gesù di Roma, scelto per l'eccellenza del suo operato, sia in campo medico sia da un punto di vista morale. L'intera manifestazione è stata ripresa dalla rete televisiva RETE ORO. Un evento speciale che, in prossimità delle festività natalizie, è stato anche un'occasione giocosa per far riflettere sui nostri tempi, così ammalati di insensibilità, cattiveria, indifferenza.

Carmen Langellotto

La foto di scena allegata è di Eros Guzzo


Add a comment

Sogno di una notte di mezza estate

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOL'unica commedia del Bardo, rappresentata per la prima volta nel 1595, offre nuovi spunti di messa in scena al regista Fabio Grossi. La storia è calata in un'attualità riconoscibile, specialmente dai romani: discoteche famose, potenti del momento circondati da cortigiani, il tutto in bilico tra sogno e incubo. Cinque atti intervallati da momenti coreografici perfetti, che raccontano i capricci dei potenti, l'amore dei giovani, la magia dei personaggi fantastici, la laboriosità degli artigiani. Fra una notte magica e un risveglio sospeso tra delusione e voglia di riscatto, espressa al meglio da Leo Gullotta, Bottom. L'occhio socchiuso della scenografia sembra il momento di perfetta solitudine che tutti conosciamo, quel momento confuso tra sogno e risveglio.

Clotilde Spadafora

ALESSANDRO BALDINOTTI in "SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE" di WILLIAM SHAKESPEARE

Regia FABIO GROSSI.

Fotografia di Tommaso Le Pera.


Add a comment
Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto