Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Avvocatura

Comune di Fiuggi: incarichi legali

Il Comune di Fiuggi ha reso noto un avviso pubblico per l’istituzione dell’elenco degli avvocati per l’affidamento degli incarichi legali da parte dell’Amministrazione Comunale. Comunica che il termine per la presentazione delle domande finalizzate alla partecipazione sarà il 24 marzo 2017. Di seguito il bando integrale: 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Premesso che: - l’Amministrazione comunale intende costituire un Elenco di avvocati di fiducia per il conferimento di incarichi legali di patrocinio e difesa dell’Ente a professionisti esterni all’amministrazione, al fine di garantire il rispetto dei principi di cui all’art. 4 del D.lgs. 50/2016 – Nuovo Codice dei Contratti Pubblici - ed in particolare di quello di trasparenza nell’affidamento degli incarichi, nonché quello di massima efficacia e professionalità nell’espletamento dell’attività difensiva esercitata nell’interesse del Comune;

Vista la D.G.C. n. 167 del 02.11.2016 di modifica del Regolamento dell’ordinamento degli uffici e servizi;

In esecuzione della Deliberazione di G.C. n. 168 del 02.11.2016 recante: “Indirizzo per l’affidamento degli incarichi Legali – Adeguamento al D.Lgs. n. 50 del 18 Aprile 2016 –

Definizione dei compensi spettanti agli avvocati sulla base del D.M. 55/2014”;

Visto il D.Lgs. 267/2000 Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali; Visto il D.Lgs. 50/2016;

RENDO NOTO

Che il Comune di Fiuggi, in attuazione della D.G.C. n. 168 del 02.11.2016 ed in conformità al Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e Servizi, per la difesa e rappresentanza giudiziale e stragiudiziale dell’Ente, intende procedere all’istituzione di un Elenco degli Avvocati di fiducia per il conferimento di incarichi legali di patrocinio e difesa dell’Ente innanzi alle Autorità Giudiziarie, in presenza di presupposti di legge; I professionisti interessati all’iscrizione dell’Elenco degli Avvocati del Comune di Fiuggi, dovranno far pervenire, nel termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione del seguente avviso all’Albo Pretorio dell’Ente, apposita domanda di iscrizione all’Elenco degli Avvocati dell’Ente, indirizzata al Comune di Fiuggi – Affari Legali e Contenzioso - che può essere presentata all’indirizzo PEC, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure al Protocollo generale dell’Ente che ne rilascerà, in caso di presentazione a mani, a richiesta, regolare ricevuta. Qualora la domanda di iscrizione, venisse spedita a mezzo posta, ai fini del rispetto del termine di presentazione, farà fede il timbro postale dell’Ufficio ricevente.

La stessa, ove presentata in forma cartacea, deve pervenire in busta chiusa recante all’esterno il nominativo del professionista e la dicitura “Domanda di iscrizione nell’Elenco degli Avvocati del Comune di Fiuggi”. L’istanza, preferibilmente compilata secondo il modello allegato al presente avviso, dovrà pervenire entro il L’istituzione del primo Elenco degli Avvocati del Comune di Fiuggi, sarà effettuata a seguito di istruttoria tra domande pervenute al Prot. dell’Ente entro tale data, dal Responsabile del Servizio; Successivamente, l’aggiornamento di detto Elenco, avverrà con cadenza annuale a seguito di Determinazione del Responsabile del Servizio.

I requisiti e le modalità di conferimento degli incarichi sono disciplinati dal Regolamento Comunale sull’Ordinamento degli Uffici e Servizi, così come modificato dalla D.G.C. n. 167 del 02.11.2016.

La scelta avverrà secondo criteri di rotazione, proporzionalità, congruità, economicità, trasparenza ed imparzialità e con atto motivato. Possono richiedere l’iscrizione all’elenco degli Avvocati i professionisti in possesso dei seguenti requisiti:  Iscrizione all’Albo degli Avvocati presso un Consiglio dell’Ordine ricadente nell’ambito del distretto della Corte d’Appello di Roma con le seguenti condizioni e modalità: 1) da almeno 2 anni, per i giudizi di fronte al Giudice di Pace; 2) da almeno 5 anni per le magistrature di primo e secondo grado.  per l’iscrizione è necessario aver già assunto almeno 3 incarichi di rappresentanza in giudizio per pubbliche amministrazioni o per Enti controllati o vigilati dalla P.A. ovvero Società a totale o maggioritaria partecipazione pubblica.  possesso di polizza assicurativa per la responsabilità professionale con massimale di almeno 500.000,00= euro. Il venir meno di una delle condizioni di cui al punto precedente comporta l’automatica decadenza dall’iscrizione.

L’iscrizione nell’elenco ha luogo su domanda del professionista interessato o del rappresentante dello Studio Associato, compilata secondo lo schema allegato al presente avviso al quale deve essere altresì allegata la seguente documentazione (autocertificazione e/o dichiarazione) a pena di esclusione: - autocertificazione, resa ai sensi del D.P.R. 28.12.2000 n. 445, sul possesso dei requisiti richiesti nel presente avviso; - dichiarazione di disponibilità ad accettare incarichi da parte del Comune di Fiuggi indicando il ramo di specializzazione e allegando un dettagliato curriculum professionale.

Per gli Studi Professionali Associati è necessario allegare una scheda informativa ed i curricula di ciascun componente cui potranno essere conferiti incarichi. - dichiarazione contenente l’impegno di non accettare incarichi da terzi, pubblici o privati, contro il Comune di Fiuggi per tutta la durata dell’incarico e l’inesistenza di conflitto di interessi in ordine all’incarico affidato in conformità con quanto previsto dal Codice Deontologico Forense. Dichiarazione: - di non avere condizioni di incompatibilità previste dalla normativa vigente a contrattare con la Pubblica Amministrazione; - di non trovarsi in situazioni di conflitto di interessi con l’Amministrazione Comunale; - di non aver riportato condanne penali e/o di non essere stato sottoposto a procedimento penali per reati contro la P.A. o per reati di cui alle norme antimafia; - di non avere carichi pendenti; - di non aver riportato condanne disciplinari definitive comportanti la sospensione dall’Albo.

Dichiarazione: - la specializzazione professionale prevalente; - di accettare le prescrizioni e le condizioni contrattuali riportate sul presente avviso, nel disciplinare, nonché al Reg. dell’Ord. degli Uffici e Servizi; - di accettare per l’espletamento dell’incarico i compensi come determinati nella D.G.C. n. 168 del 02.11.2016 sulla base del D.M. 55/2014; Alla domanda dovrà essere allegato altresì: - copia di documento di riconoscimento in corso di validità; - copia codice fiscale; - curriculum vitae: Sulla base delle domande pervenute – non tenendo conto delle eventuali richieste inoltrate in precedenza alla pubblicazione del presente avviso - e nel rispetto delle prescrizioni di cui al disciplinare allegato al presente avviso, il Responsabile del Servizio provvederà a formare e tenere l’Elenco degli Avvocati di fiducia dell’Ente e, a comunicare le eventuali esclusioni, nei modi di legge, agli interessati.

L’Amministrazione Comunale, ha facoltà di utilizzare fin da subito, per incarichi urgenti, le candidature pervenute, in possesso dei requisiti di idoneità, e di riaprire i termini nel caso di esiguità delle stesse, oppure in caso di modifiche conseguenti all’approvazione di regolamento in materia o di emersione di criticità; L’Amministrazione Comunale si riserva di conferire incarichi di difesa anche a professionisti non presenti nell’Elenco di fiducia, qualora la particolare complessità della lite, richieda specifiche competenze di alta specializzazione. Il presente avviso non vincola l’Amministrazione Comunale all’adozione di atti di affidamento di qualsivoglia natura e/o tipologia. L’iscrizione nell’Elenco non comporta l’assunzione di alcun obbligo specifico da parte dell’amministrazione, né l’attribuzione di alcun diritto al professionista in ordine all’eventuale conferimento di uno o più incarichi.

Il Responsabile del Servizio disporrà le cancellazione dall’Elenco dei Professionisti che: - abbiano perso i requisiti per l’iscrizione; - abbiano, senza giusta causa o giustificato motivo, rinunciato ad un incarico; - non abbiano assolto con puntualità e diligenza agli incarichi loro affidati; - siano responsabili di gravi inadempienze; - abbiano fornito informazioni risultate non veritiere.

La cancellazione dall’elenco comporta l’immediata revoca di tutti gli incarichi affidati al professionista; Il professionista che sia stato cancellato dall’elenco, può chiedere di essere nuovamente iscritto decorsi almeno 3 anni dal provvedimento di cancellazione. L’Amministrazione si riserva di modificare, prorogare, sospendere o revocare il presente avviso qualora se ne ravvisasse la necessità e l’opportunità. I dati raccolti saranno trattati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Il presente avviso corredato dai relativi allegati, sarà pubblicato sul sito internet del Comune di Fiuggi www.comune.fiuggi.fr.it ed affisso all’Albo Pretorio on line dell’Ente. Il presente avviso, sarà inoltrato altresì all’Ordine degli Avvocati di Frosinone. Il presente avviso, è disponibile in copia congiuntamente agli allegati – mod. di domanda e disciplinare d’incarico – presso l’Ufficio Affari Legali e Contenzioso – sito in Fiuggi Piazza Trento e Trieste, 1.

FIRMATO Il Vice Segretario Comunale Dott.ssa Maria Assunta Trinti


Add a comment

Protezione segreti commerciali: nuova direttiva

In base al nuovo quadro giuridico gli Stati membri dell'UE dovranno definire le misure, le procedure e i mezzi di ricorso necessari ad assicurare la disponibilità di strumenti di ricorso di diritto civile contro l'acquisizione, l'utilizzo e la divulgazione illeciti di segreti commerciali. Questi dovranno essere equi, efficaci e dissuasivi, non inutilmente complessi o costosi e non comportare termini irragionevoli o ritardi ingiustificati. Il termine di prescrizione per i ricorsi non sarà superiore a sei anni. I detentori di segreti commerciali avranno il diritto di chiedere l'applicazione di mezzi di ricorso in caso di danni derivanti da appropriazione illecita di documenti, oggetti, materiali, sostanze o file elettronici contenenti il segreto commerciale o dai quali è possibile dedurre il segreto commerciale. Se necessario, la riservatezza dei segreti commerciali sarà salvaguardata anche durante e dopo i procedimenti giudiziari. Successivamente alla pubblicazione della direttiva nella Gazzetta ufficiale dell'UE e alla sua entrata in vigore, gli Stati membri disporranno di un termine massimo di due anni per recepire le nuove disposizioni nel diritto interno. Le imprese investono nell'acquisizione, nello sviluppo e nell'applicazione di know-how e informazioni. Tale investimento nel capitale intellettuale ha un impatto sulla loro competitività e sui loro risultati in termini di innovazione sul mercato e pertanto sui loro benefici e sulla motivazione per continuare ad innovare. Questo prezioso patrimonio di know-how e di informazioni commerciali destinato a rimanere riservato è conosciuto come segreto commerciale. Si tratta di un'ampia gamma di informazioni, dalle conoscenze tecnologiche ai dati commerciali quali, ad esempio, le informazioni sui clienti e i fornitori, i piani aziendali o le ricerche e le strategie di mercato. I segreti commerciali svolgono un ruolo importante nel proteggere lo scambio di conoscenze tra le imprese, in particolare le PMI, e gli istituti di ricerca nel contesto delle attività di ricerca e sviluppo e d'innovazione nel mercato interno. Al giorno d'oggi esiste una grande varietà di sistemi e di definizioni negli Stati membri per quanto riguarda il trattamento e la protezione dei segreti commerciali. Il nuovo strumento apporterà chiarezza giuridica e garantirà condizioni di parità a tutte le imprese europee. Contribuirà inoltre ad accrescere il loro interesse nei confronti dello sviluppo di attività di ricerca e d'innovazione.

Fonte: Consiglio dell'Unione Europea


Add a comment

Cassazione: annullate le elezioni dell'Ordine degli avvocati di Latina

La Corte di Cassazione, decidendo nel merito, con la sentenza 2481/2017 del 31 gennaio u.s. ha annullato tutti gli atti relativi al procedimento elettorale per l'elezione dei componenti del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Latina per il quadriennio 2015-2018. Dopo la pubblicazione della sentenza della Cassazione l’Ordine di Latina si dice preoccupato per il vuoto di rappresentanza che gli Avvocati subiranno a seguito della pronuncia. Questa la nota: “Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Latina prende atto della decisione della Suprema Corte di Cassazione che ha annullato il procedimento elettorale per l’elezione dei componenti dell’Ordine degli Avvocati di Latina, elezioni che si erano svolte nel pieno rispetto delle nuove regole allora vigenti e solo successivamente annullate dalla giustizia amministrativa. Nel contempo, esprime forte preoccupazione per gli effetti che tale decisione avrà sul regolare funzionamento ed erogazione dei servizi che quotidianamente l’Ordine svolge in favore degli iscritti e dell’utenza tutta. Auspica che il perdurare del ritardo delle istituzioni nell’adozione delle nuove regole elettorali non aggravi ulteriormente i disagi del nostro Foro, già fortemente provato dalle note problematiche più volte denunciate. Preoccupa, infine, il grave vuoto di rappresentanza che il Foro di Latina subirà in un momento decisivo su scelte strategiche al vaglio del Legislatore”.


Add a comment

Giudici di pace: manifestazione 16 febbraio e scioperi dal 20 al 25 febbraio

Il 16 febbraio, a Piazza Indipendenza, i giudici di pace, i pubblici ministeri onorari ed i magistrati onorari di tribunale terranno una manifestazione unitaria per contestare l'operato del Ministro Orlando e chiedere al Consiglio Superiore della Magistratura, quale organo di autogoverno , di salvaguardare la dignità e l'indipendenza dei magistrati di pace e cd. onorari, appartenenti a pieno titolo alla magistratura ordinaria. Poi dal 20 febbraio iniziaerà una settimana di scioperi. Di seguito il testo del comunicato stampa:

"Il reiterato silenzio del Ministro On. Andrea Orlando, ormai delegittimato anche dall’Associazione Nazionale Magistrati, non può non essere stigmatizzato dalla prossima proclamazione dell’astensione dalle udienze dei G.d.P., G.O.T. e V.P.O. e da una manifestazione. Il contenuto degli emanandi decreti legislativi che andranno a disciplinare la legge delega di riforma del settore, avrà la conseguenza di fiaccare quel poco che è rimasto funzionante del sistema giustizia; senza peraltro adottare e, pervicacemente disattendendo, quei principi sanciti dalla Carta Sociale Europea, nonostante la recente condanna dell’Italia, da parte del Comitato Europeo dei Diritti e delle Uguaglianze Sociali, per aver violato il principio di non discriminazione contenuto nel trattato europeo, ratificato dal Parlamento italiano. Assistiamo ad una Istituzione che vìola le sue stesse leggi. Non lo possiamo permettere. Dobbiamo far sentire unitariamente la nostra voce e non dar credito a coloro che, al nostro interno o all’esterno della nostra categoria volessero dissuaderci dal manifestare compattamente il nostro dissenso contando sull’ingenuità della magistratura onoraria per etero dirigerne le azioni. Faremo sentire la nostra presenza alla manifestazione che si terrà a Roma il 16/02/2017 in Piazza Dell’Indipendenza affinchè il Consiglio Superiore della Magistratura, continui senza tentennamenti quell’opera di tutela della magistratura di pace ed onoraria dimostrata negli ultimi tempi nei confronti di un potere politico sempre più avulso dalla realtà e succube della propria tecnostruttura appoggiando ogni ulteriore iniziativa utile ad evidenziare e sottolineare il nostro apporto".


Add a comment

Travaglio e Natangelo si vergognino

L’avv. Romolo Reboa, su espresso incarico dei familiari di Jessica Tinari, di cui è l’avvocato difensore insieme ai colleghi del proprio studio, avv.ti Gabriele Germano, Maurizio Sangermano e Roberta Verginelli, ha rilasciato la seguente dichiarazione con riferimento alla vignetta di Mario Natangelo pubblicata sul Fatto Quotidiano, il giornale diretto da Marco Travaglio, e riferita alla 24enne di Vasto morta insieme al fidanzato Marco Tanda nel disastro dell’Hotel Rigopiano, dopo il ricordo che di lei ha fatto Matteo Renzi: "Non c’è limite al cattivo gusto: Matteo Renzi, ricordando il volto solare ed i sogni di Jessica, ha perso l’occasione per domandarsi anche quali, nella tragedia, fossero le responsabilità di organismi che sino al referendum rispondevano alla sua persona. Criticarlo con una vignetta del cattivo gusto di quella di Natangelo sul giornale diretto da Travaglio significa non rispettare i sentimenti di chi ha perso la propria figlia". "Mi aspettavo che la politica iniziasse il gioco dello scaricabarile delle responsabilità, ma tanto sciacallaggio fa veramente rabbrividire" - ha proseguito l’avv. Reboa "la famiglia Tinari si riserva di procedere giudiziariamente anche per questo vergognoso episodio".


Add a comment
Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto