Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Avvocatura

Cassazione: annullate le elezioni dell'Ordine degli avvocati di Latina

La Corte di Cassazione, decidendo nel merito, con la sentenza 2481/2017 del 31 gennaio u.s. ha annullato tutti gli atti relativi al procedimento elettorale per l'elezione dei componenti del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Latina per il quadriennio 2015-2018. Dopo la pubblicazione della sentenza della Cassazione l’Ordine di Latina si dice preoccupato per il vuoto di rappresentanza che gli Avvocati subiranno a seguito della pronuncia. Questa la nota: “Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Latina prende atto della decisione della Suprema Corte di Cassazione che ha annullato il procedimento elettorale per l’elezione dei componenti dell’Ordine degli Avvocati di Latina, elezioni che si erano svolte nel pieno rispetto delle nuove regole allora vigenti e solo successivamente annullate dalla giustizia amministrativa. Nel contempo, esprime forte preoccupazione per gli effetti che tale decisione avrà sul regolare funzionamento ed erogazione dei servizi che quotidianamente l’Ordine svolge in favore degli iscritti e dell’utenza tutta. Auspica che il perdurare del ritardo delle istituzioni nell’adozione delle nuove regole elettorali non aggravi ulteriormente i disagi del nostro Foro, già fortemente provato dalle note problematiche più volte denunciate. Preoccupa, infine, il grave vuoto di rappresentanza che il Foro di Latina subirà in un momento decisivo su scelte strategiche al vaglio del Legislatore”.


Add a comment

Giudici di pace: manifestazione 16 febbraio e scioperi dal 20 al 25 febbraio

Il 16 febbraio, a Piazza Indipendenza, i giudici di pace, i pubblici ministeri onorari ed i magistrati onorari di tribunale terranno una manifestazione unitaria per contestare l'operato del Ministro Orlando e chiedere al Consiglio Superiore della Magistratura, quale organo di autogoverno , di salvaguardare la dignità e l'indipendenza dei magistrati di pace e cd. onorari, appartenenti a pieno titolo alla magistratura ordinaria. Poi dal 20 febbraio iniziaerà una settimana di scioperi. Di seguito il testo del comunicato stampa:

"Il reiterato silenzio del Ministro On. Andrea Orlando, ormai delegittimato anche dall’Associazione Nazionale Magistrati, non può non essere stigmatizzato dalla prossima proclamazione dell’astensione dalle udienze dei G.d.P., G.O.T. e V.P.O. e da una manifestazione. Il contenuto degli emanandi decreti legislativi che andranno a disciplinare la legge delega di riforma del settore, avrà la conseguenza di fiaccare quel poco che è rimasto funzionante del sistema giustizia; senza peraltro adottare e, pervicacemente disattendendo, quei principi sanciti dalla Carta Sociale Europea, nonostante la recente condanna dell’Italia, da parte del Comitato Europeo dei Diritti e delle Uguaglianze Sociali, per aver violato il principio di non discriminazione contenuto nel trattato europeo, ratificato dal Parlamento italiano. Assistiamo ad una Istituzione che vìola le sue stesse leggi. Non lo possiamo permettere. Dobbiamo far sentire unitariamente la nostra voce e non dar credito a coloro che, al nostro interno o all’esterno della nostra categoria volessero dissuaderci dal manifestare compattamente il nostro dissenso contando sull’ingenuità della magistratura onoraria per etero dirigerne le azioni. Faremo sentire la nostra presenza alla manifestazione che si terrà a Roma il 16/02/2017 in Piazza Dell’Indipendenza affinchè il Consiglio Superiore della Magistratura, continui senza tentennamenti quell’opera di tutela della magistratura di pace ed onoraria dimostrata negli ultimi tempi nei confronti di un potere politico sempre più avulso dalla realtà e succube della propria tecnostruttura appoggiando ogni ulteriore iniziativa utile ad evidenziare e sottolineare il nostro apporto".


Add a comment

Travaglio e Natangelo si vergognino

L’avv. Romolo Reboa, su espresso incarico dei familiari di Jessica Tinari, di cui è l’avvocato difensore insieme ai colleghi del proprio studio, avv.ti Gabriele Germano, Maurizio Sangermano e Roberta Verginelli, ha rilasciato la seguente dichiarazione con riferimento alla vignetta di Mario Natangelo pubblicata sul Fatto Quotidiano, il giornale diretto da Marco Travaglio, e riferita alla 24enne di Vasto morta insieme al fidanzato Marco Tanda nel disastro dell’Hotel Rigopiano, dopo il ricordo che di lei ha fatto Matteo Renzi: "Non c’è limite al cattivo gusto: Matteo Renzi, ricordando il volto solare ed i sogni di Jessica, ha perso l’occasione per domandarsi anche quali, nella tragedia, fossero le responsabilità di organismi che sino al referendum rispondevano alla sua persona. Criticarlo con una vignetta del cattivo gusto di quella di Natangelo sul giornale diretto da Travaglio significa non rispettare i sentimenti di chi ha perso la propria figlia". "Mi aspettavo che la politica iniziasse il gioco dello scaricabarile delle responsabilità, ma tanto sciacallaggio fa veramente rabbrividire" - ha proseguito l’avv. Reboa "la famiglia Tinari si riserva di procedere giudiziariamente anche per questo vergognoso episodio".


Add a comment

Call center di Tiscali? Risponderà il Tribunale

La Jenner srl, che gestisce il call center di Tiscali non paga gli stipendi e 13 lavoratori invece di andare in ferie ricorrono al Tribunale di Cagliari

La storia della Tiscali diviene ogni giorno più travagliata dopo le vicende giudiziaria che hanno visto coinvolto il suo fondatore ed ex governatore della Regione sarda, l'imprenditore esponente del PD, Renato Soru.
Basta accedere al sito internet ufficiale di Tiscali per apprendere che, al 31 dicembre 2015 si parla di un gruppo di undici società italiane e dieci straniere, per lo più tutte partecipate dalla capogruppo al 100%.
Stranamente il sito è fermo al 31 dicembre 2015 e nulla si dice né della fusione con Aria Italia né delle varie società alle quali vengono appaltate e subappaltati i servizi che Tiscali presta al pubblico.
La caratteristica comune di tali società è quella di avere sede in Sardegna, di non avere sito internet, di assumere sempre i medesimi lavoratori e, almeno per quanto riguarda Interline srl e Jennas srl, non pagare quanto dovuto agli sfortunati lavoratori.
I quali, stanchi di non vedersi pagare lo stipendio, hanno deciso di dire basta e si sono affidati ai legali nazionali del battagliero sindacato UGL Telecomunicazioni, gli avv.ti Romolo Reboa e Roberta Verginelli, ed il 4 Agosto hanno presentato tutti insieme i primi tredici ricorsi al Tribunale di Cagliari contro la Jennas srl 
Non solo, ma i lavoratori, stanchi di subire, hanno deciso di andare a fondo ed affidato agli stessi avvocati ulteriori tredici azioni contro la Interline srl per il mancato pagamento del TFR per forzate dimissioni provocate da una indagine della Guardia di Finanza e da un cambio di società nell'arco di 24 ore.
Ma il mandato ai noti avvocati romani non finisce qui: essi devono svolgere indagini difensive sui nomi che stanno dietro a queste scatole cinesi e, dalle prime interviste, sono già emersi nominativi di baristi ed imbianchini improvvisamente soci (forse inconsapevoli?) di società di telecomunicazioni.
"Credo che dall'azione giudiziaria che nasce dall'onestà e dal coraggio dei sindacalisti dell'UGL Comunicazioni emergeranno risvolti clamorosi per la Sardegna", ha dichiarato l'avv. Romolo Reboa, "e, comunque, valuteremo eventuali azioni contro la Tiscali, ex art. 1676 cc contro le società del gruppo Tiscali a tutela degli interessi degli sfortunati ed incolpevoli lavoratori" ha concluso l'avv. Roberta Verginelli, a conferma che sarà un'estate molto calda per le società fondate e/o eterodirette da Renato Soru.


Add a comment

Elezioni forensi bocciate dal Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 3414 del 28 luglio 2016, ha bocciato definitivamente il regolamento del Ministero della Giustizia del 10 novembre 2014 sulle modalità di elezione dei componenti dei Consigli degli Ordini forensi. Ad annunciarlo il presidente dell'Associazione Nazionale Forense, Luigi Pansini il quale ha dichiarato:  Ora auspichiamo che dopo quattro sentenze del Tar, un giudizio di ottemperanza pendente e la decisione del massimo giudice amministrativo, si voglia in tempi rapidi dotare l'Avvocatura dello strumento idoneo all'elezione dei suoi rappresentanti. Pieno sostegno alla soluzione normativa proposta dal Ministro ma occorre fare presto e mantenere l'impegno assunto”. "La vicenda elettorale – conclude Pansini – dimostra come sia importante il rispetto delle regole e che una rappresentanza, per essere tale, deve poggiare su regole elettive democratiche. Ora auspichiamo che il Ministro della Giustizia, così come sta operando per la riforma del CSM, si renda finalmente conto che anche la massima istituzione nazionale forense va profondamente riformata sotto il profilo della separazione dei poteri e delle modalità elettive e che tale riforma non è più rinviabile".

Add a comment
Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto