Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Lazio

Lettera al Direttore

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLODi seguito pubblichiamo, al fine di avallare l'auspicato confronto costruttivo, la lettera inviata dal Dott. Saverio del Gaizo al nostro Direttore Reboa, in risposta ad un articolo uscito sullo scorso numero di InGiustizia, in cui, si riportavano le lamentele raccolte tra gli avvocati sui molteplici rinvii disposti d'ufficio dai giudici di pace.

Ill.mo Direttore

Avv. Romolo Reboa

InGiustizia la PAROLA al POPOLO

In riferimento alla foto nella quale compare il mio nome, Del Gaizo Saverio, pubblicata alla pagina 8 del numero 4 della suindicata rivista, mi preme rappresentare che in questo nostro Paese del tutto particolare mi lusinga l'attenzione che mi stanno dedicando da qualche mese alcuni avvocati che hanno presentato delle cause innanzi all'Ufficio del Giudice di Pace di Roma. Vorrei comprendere, però, anche con il vostro aiuto, i motivi di tanta attenzione, a mio avviso programmata, diretta verso un semplice giudice di Pace che si sforza di svolgere bene la propria attività professionale. A tale scopo, spero che si possano organizzare dei confronti aperti a tutti gli interessati per chiarire eventuali incomprensioni che vengono a crearsi per le difficoltà che si incontrano nel corso dello svolgimento delle proprie funzioni nel settore Giustizia, chiamata a fare continui e quotidiani esami. E ciò, con l'auspicio e la volontà di superare le criticità ed i disagi che aggravano le preoccupazioni ed i turbamenti che l'attuale sistema sociale procura alla maggior parte dei cittadini. Desidero, infine, ricordare che i confronti affrontati con spirito costruttivo, sono utili esercizi dialettici per eliminare i propri difetti e conoscere meglio se stessi. Nel ringraziare per l'ospitalità, certo che sarà fatto buon uso di questo sintetico e frettoloso scritto, voglia gradire i migliori saluti.

Saverio Del Gaizo


Add a comment

Lettera al Direttore

lettavv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLODa ragazzo volevo fare il giornalista. Non ci sono riuscito ed è un rimpianto, che mi porto ancora appresso a quarantasette anni. Frequentai la Redazione di un giornale di quartiere di Roma, che si chiamava LA PAROLA AL POPOLO. Il suo Direttore, l'Avvocato Romolo Reboa, aveva idee politiche differenti dalle mie. Eppure in quel giornale ho imparato la Democrazia, quella vera, reale, con i fatti e le parole. Su quel giornale scrivevano persone di destra e di sinistra, ma il direttore se faceva delle critiche e degli appunti, li faceva sul modo di scrivere, che poteva non esser chiaro: mai sulle idee personali. Era pratico da sfogliare e invitante da leggere .Dall'editoriale fino all'ultima pagina. Era un giornale molto letto, poiché affrontava i problemi del quartiere a trecentosessanta gradi. La parola "CENSURA" non esisteva, erano di rigore invece le parole "educazione" e "rispetto" verso chi leggeva. Un po' come diceva il suo maestro, Montanelli e cioè farsi capire da chiunque. Ebbe vari tentativi di imitazione, che fallirono miseramente. Ma se ci fu una vera AGORA,' quella fu LA PAROLA AL POPOLO. Dove maturarono dei bravi giornalisti. Oggi il giornale si chiama IN-GIUSTIZIA la PAROLA al POPOLO e tratta temi di varia ingiustizia. Ai tanti che le scrivono, i quali sognano di diventare giornalisti, auguro loro di fare la gavetta in un giornale come questo e di tenere duro e non mollare. Non mollare mai. Perché il rimpianto non li abbandonerebbe più. Cordialmente e con stima

Massimiliano Sciò


Add a comment

La prima Polisportiva degli Avvocati

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOE' nata la prima Polisportiva degli Avvocati, Movimento Forense A.s.d.. L'iniziativa che ha riscosso successo e ottenuto numerosi consensi nel mondo forense, annovera molte discipline sportive tra cui: calciotto; calcio a 5 femminile; basket maschile; basket femminile; volley maschile; volley femminile; volley misto; podismo, scherma; rugby old; tennis; escursionismo; kinesomatica.


Add a comment

Evento delle Guardie d'onore alle Reali Tombe del Pantheon

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOAnche quest'anno com'è ormai tradizione pluriennale, venerdì pomeriggio 28 giugno p.v., vigilia della Festa dei SS. Apostoli Pietro e Paolo, la Delegazione romana dell'Istituto Nazionale per la Guardia d'onore alle Reali Tombe del Pantheon, Ente morale sotto la vigilanza del Ministero della Difesa, che per Statuto è patriottico, apolitico, apartitico, avendo per scopo oltre quello di fornire con i propri iscritti la Guardia alle Tombe dei Sovrani d'Italia, quale tributo di riconoscenza per l'Augusta Casa Savoia che portò all'unità e alla grandezza dell' Italia; di mantenere vivo il culto della Patria e di esaltarne, custodire e tramandare le glorie e le tradizioni militari; renderà, con il contributo di INTERFLORA (sponsor dell'evento) omaggio floreale e devozionale ai Santi Patroni della Città di Roma. La Delegazione, guidata dal responsabile colonnello pilota (aus.) Paolo Caruso, sarà ricevuta prima in Vaticano da S.Em.za Rev.ma il Sig. Cardinale Angelo Comastri, Arciprete della Basilica di S.Pietro, e dopo il rito dell'offerta con posa presso la Cattedra di S.Pietro all'interno della Basilica papale della composizione floreale costituita da rose rosse, per simboleggiare e ricordare il sangue del martirio dei Santi, parteciperà alla preghiera dei Vespri solenni che saranno accompagnati dal coro della Cappella Giulia. Oltre alle Guardie d'onore romane che indosseranno il mantello sociale blu con stemma sabaudo, i guanti bianchi e il basco, e che recheranno il Labaro della Delegazione dell' Istituto, potranno partecipare anche i loro Familiari, nonchè gli amici simpatizzanti del sodalizio. L'appuntamento per i partecipanti è per le ore 15,30 del 28 giugno p.v. davanti al cancello Petriano (lato dell'ingresso per l'Aula di udienze Paolo VI, già Aula Nervi), Piazza del Santo Uffizio.


Add a comment

Roma Moot Court: studenti ELSA in Cassazione

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOC'è modo e modo di vivere le istituzioni: c'è chi si oppone ad esse e manifesta il proprio dissenso fuori dai palazzi che le rappresentano, chi invece le occupa perché ritiene che queste non funzionino come dovrebbero. Altri le vivono ed amano a tal punto da simulare il loro funzionamento: questo è il caso dei ragazzi dell'Elsa Roma, che amano così tanto i loro studi di diritto da aver organizzato presso la Corte di Cassazione la "Roma Moot Court Competition". Le moot court competition sono simulazioni processuali in cui i candidati mettono alla prova le loro capacità non solo oratorie ma anche di ricerca, analisi e scrittura giuridiche, oltre ad essere una ottima esperienza di lavoro di squadra. Tali simulazioni, che nei paesi anglosassoni risalgono addirittura al XV secolo, non sono molto diffuse nei paesi di diritto civile, forse a causa di uno studio assai teorico del diritto e che lascia l'applicazione del diritto tutta al praticantato. Il merito di aver promosso con forza questo tipo di eventi va allora alla sezione romana dell'European Law Student Association, associazioni di livello europeo per la cooperazione tra studenti e giovani giuristi di varie nazionalità. Consapevoli infatti che lo studio curriculare sia ormai sommamente insufficiente per chi voglia presentarsi come giurista di ampio respiro, ELSA Roma offre la possibilità ai suoi studenti di aggiungere questa importante esperienza formativa, che costituisce al contempo anche un ottimo biglietto da visita da inserire nel proprio curriculum. Dunque la simulazione processuale si svolge con il confronto delle squadre in concorso, che argomentano ampiamente un ipotetico caso giudiziario attraverso varie sfide eliminatorie fino alla finale, ormai tradizionalmente tenuta presso l'aula magna della Corte di Cassazione. Quest'anno a tener banco era il caso di una complicata permuta immobiliare che il collegio giudicante, composto tra gli altri dai professori Giuseppe Ruffini e Francesco Macario e dal consigliere di Cassazione Francesco Botta sono stati chiamati a decidere. L'emozione è stata tanta non solo per i vincitori, che hanno avuto l'onore di essere premiati dal collegio giudicante, ma per tutti i partecipanti. Infatti per molti di loro è stata la prima volta in visita alla Corte di Cassazione e sono stati colpiti dalla sua magnificenza. La bellezza del diritto italiano non sta solo nella forma dei libri, ma anche nel luogo, molto concreto, che lo rappresenta.

Massimo Reboa


Add a comment
Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto