Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Internet

Wikilegal

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOIl Portale Wikilegal offre la libera consultazione, condivisione e discussione di modelli di documenti di carattere legale, quali Contratti, Verbali, Istanze, Ricorsi, etc.. Esso parte da una logica già presente sul mercato del web, quella appartenente a Wikipedia; ciò che ne determina la differenziazione è la peculiarità di rendersi settoriale, dotandosi di contenuti specifici ed indirizzandosi in prevalenza ad un target mirato di professionisti del diritto, ancorché sia fruibile da un utenza più ampia, semplicemente interessata ad avere informazioni di carattere legale. Il portale mette in moto un meccanismo che porta a scoprire nuove professionalità, in grado anche di risolvere complesse vicende legali e magari stimolare la implementazione dottrinale e giurisprudenziale a livello istituzionale.

http://www.wikilegal.it

Aspetto: @@@ Contenuti: @@@Navigabilità: @@@


Add a comment

CNF: censura alle offerte legali web

formavv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOGruopon.it ed Amicacard.it sono due tra i più famosi siti internet che offrono servizi e prodotti di vario genere attirando i clienti con la prospettiva di forti sconti, evidenziati in genere in termini percentuali. I vantaggi come gli svantaggi del sistema sono molteplici: se da un lato vi è la possibilità di trovare ottime offerte senza muoversi da casa e magari di selezionare il prodotto o il servizio in base alla sua specificità piuttosto che per le indicazioni, spesso non pregnanti, degli amici, dall'altro si paventa il rischio di truffe o della non conformità del prodotto alle nostre aspettative. In particolare, offerte di prestazioni legali, oltre ad essere lesive della dignità professionale dell'avvocato in quanto affiancate alla comune merce, non consentirebbero, secondo la maggioranza degli avvocati e quindi secondo il Consiglio nazionale forense, l'instaurazione di quel particolare rapporto di fiducia personale che si concretizza nella rappresentanza processuale. Per comprendere la sensibilità dell'avvocatura rispetto a tale argomento si può ricordare la modifica dell'articolo 19 del Codice deontologico forense avvenuta in concomitanza con il decreto Bersani del 2007, che ora recita "È vietata ogni condotta diretta all'acquisizione di rapporti di clientela a mezzo di agenzie o procacciatori o con modi non conformi alla correttezza e decoro", mentre prima prescriveva "[Il divieto di offrire] prestazioni professionali a terzi e in genere ogni attività diretta all'acquisizione di rapporti di clientela, a mezzo di agenzie o procacciatori o altri mezzi illeciti." Come ammesso dallo stesso Consiglio Nazionale Forense nella circolare 04.09.2006 n° 22-c, le due normative sono molto simili e dunque permane il divieto di accaparramento della clientela. A sfidare tale sistema è stato un avvocato dell'Ordine degli Avvocati di Verbania, che si è iscritto tra gli offerenti di servizi di Groupon.it e Amicacard.it. pagando un corrispettivo di 10€ quale compenso ai gestori dei suddetti siti web per essere parte della loro rete di sconti. Stanti le premesse normative e la costante opinione dell'avvocatura, la censura del Consiglio nazionale forense era quantomeno attesa. Ciò nondimeno, tale presa di posizione è l'occasione per affrontare il problema dell'offerta al pubblico delle prestazioni professionali degli avvocati e per interrogarsi circa l'attualità della normativa vigente. Se sono sicuramente condivisibili alcune perplessità sul pericolo di spersonalizzazione del rapporto tra cliente e legale per incarichi dove la reciproca fiducia ha un ruolo dirimente, bisognerebbe anche ammettere che le segretarie o i computer in automatico, quando non società specializzate come avviene per il recupero crediti, redigono gli atti posti poi alla firma dell'avvocato. Dunque, quando dell'avvocato rimane solo la firma non ha più senso parlare di contratto intuitus personae, né ha più senso vietare ad un giovane avvocato di offrire ed a un potenziale cliente di usufruire di prestazioni legali a prezzo ridotto. Tante perplessità in merito alla promozione delle proprie attività di avvocato non appaiono più giustificate come un tempo perché se da un lato esistono nuove forme per accaparrarsi la clientela, allo stesso modo il passaparola è stato superato da nuove forme di recensione dell'attività professionale.

Massimo Reboa


Add a comment

Italian Bankruptcy Law

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOUn interessante blog appena nato, che si occupa di: restructuring, concordato in bianco e diritto fallimentare in genere. Il blog in maniera molto semplice e schietta contiene aggiornamenti, discussioni, precedenti giurisprudenziali dell'ultima ora ed opinioni di esperti. Facile da consultare ed utile per gli addetti al settore.

http://italianbankruptcylaw.wordpress.com

Aspetto: @@ Contenuti: @@@ Navigabilità: @@@


Add a comment

Aruba festeggia il "Papiamento"

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOIl 21 maggio Aruba ha festeggiato il decimo anniversario del riconoscimento del Papiamento come lingua ufficiale dell'isola, insieme all'olandese. Un anniversario importante questo per il popolo di Aruba, da sempre fiero dalle propria cultura e delle proprie tradizioni. Le origini del Papiamento non sono certe, ma una prova fondata del suo uso risale all'inizio del XVIII secolo nell'isola di Curacao e alla fine dello stesso nell'isola di Aruba. Il documento più vecchio scritto in Papiamento trovato sull'isola di Curacao è una lettera del 1755, mentre il documento più antico trovato ad Aruba risale al 1803, firmato da 20 indiani locali. Ci sono diverse teorie sulla nascita di questa particolare lingua; due di queste sono che il Papiamento trovò origine nella costa Est dell'Africa dove la lingua afro-portoghese venisse usata per la comunicazione tra coloni europei e locali. Mentre una seconda teoria trova le origini al di fuori dei confini geografici e dice che fosse una necessità degli inquisitori spagnoli che avevano bisogno di comunicare con i nativi dell'isola. Nonostante le diverse teorie sulle sue origini, si può dire che il Papiamento è una lingua creola, e che si è sviluppata nell'arco di 300 anni con influenze africane, spagnole, portoghesi, olandesi e americane. Oggi giorno il Papiamento è largamente parlato nella maggior parte delle isole Caraibiche, ed essendo lingua ufficiale ad Aruba e Curacao. La lingua ha però due dialetti: il Papiamento, parlato principalmente ad Aruba, e il Papiamentu, parlato nell'isola di Bonaire e a Curacao. Anche se sono la stessa lingua, le differenze linguistiche, ma anche di fonetica sono presenti. Il Papiamento di Aruba, ha un suono che assomiglia alla lingua spagnola. Molte lettere sono pronunciate e scritte in modo completamente diverso; come la 'k' che viene usata nel Papiamentu mentre nel Papiamento viene usata la 'c'. L'origine del nome 'Papiamento' deriva invece dalla parola 'papia' che vuol dire parlare, chiacchierare, parola presente nel dizionario sia Portoghese che Spagnolo. Oggigiorno circa il 70% della popolazione arubana parla il Papiamento come lingua madre. Anche se questa lingua ha una storia che risale a 300 anni fa, è stata dichiarata lingua ufficiale di Aruba solo nel Maggio del 2003. Per più di 350 anni i documenti ufficiali ad Aruba venivano scritti in olandese, oggi possono essere ufficialmente espressi anche in Papiamento. A questo link è possibile trovare un piccolo dizionario: http://it.aruba.com/papiamento/


Add a comment

E-justice: un video clip sulla giustizia

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOIl Consiglio dell'Unione europea ha realizzato un video clip per la promozione del portale e-Justice, destinato a divenire uno sportello unico elettronico nel campo della giustizia. La delegazione CNF al Ccbe ha curato le schede informative sui Diritti degli imputati nei procedimenti penali e sul Patrocinio a spese dello Stato. Il portale, fornisce informazioni sui sistemi giudiziari dell'UE in 22 lingue, con lo scopo di facilitare l'accesso alla giustizia per cittadini e imprese di tutta l'UE. E punta a rafforzare la cooperazione giudiziaria e ad avvicinare la giustizia elettronica alla professione legale e a tutte le parti interessanti. Alla realizzazione del sito hanno contribuito, tra gli altri, i ministeri della giustizia nazionali e il Ccbe per il tramite degli esperti delle delegazioni.


Add a comment
Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto