Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Magistratura

Deceduto Manganelli, capo della Polizia

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOE' morto il capo della polizia Antonio Manganelli. La camera ardente sarà allestita giovedì alla Scuola superiore di polizia: aprirà alle 14 mentre i funerali dovrebbero tenersi venerdì o sabato. Manganelli, nato ad Avellino 62 anni, era al vertice del Dipartimento di pubblica sicurezza dal 25 giugno 2007. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli studi di Napoli, si era specializzato in Criminologia Clinica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell'università di Modena. Come capo della Polizia aveva preso il posto di Gianni De Gennaro di cui era stato il vice. Dagli anni '70 ha operato costantemente nel campo delle investigazioni, acquisendo particolare esperienza e preparazione tecnica nel settore dei sequestri di persona a scopo di estorsione prima ed in quello antimafia poi. Ha lavorato al fianco dei più valorosi magistrati e di organi giudiziari investigativi europei ed extraeuropei, dei quali è diventato negli anni un solido punto di riferimento, legando il suo nome anche alla cattura di alcuni dei latitanti di maggior spicco delle organizzazioni mafiose. È stato docente di Tecnica di Polizia Giudiziaria presso l'Istituto Superiore di Polizia e autore di pubblicazioni scientifiche in materia di sequestri di persona e di tecnica di polizia giudiziaria, tra cui il manuale pratico delle tecniche di indagine 'Investigarè (Cedam), scritto con il prefetto Franco Gabrielli, all'epoca direttore del Sisde. Ha diretto il Servizio Centrale di Protezione dei collaboratori di giustizia ed è stato questore di Palermo e di Napoli. Nel 2000 è stato nominato dal Consiglio dei Ministri prefetto di 1° classe, con l'incarico di direttore centrale della Polizia Criminale e vice direttore generale della Pubblica Sicurezza. Dal 3 dicembre 2001 è stato vice direttore generale della Pubblica Sicurezza con funzioni vicarie. Il 25 giugno 2007 il Consiglio dei ministri lo aveva nominato Capo della Polizia. Negli anni ottanta quando prestava servizio al Nucleo Anticrimine della Polizia ha collaborato a lungo con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.


Add a comment

Arrestato il PM romano, Roberto Staffa

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOMagistrato, tra i più in vista della procura capitolina e titolare tuttora di numerosi processi contro la criminalità organizzata, è accusato di corruzione, concussione e rivelazione di segreti d'ufficio. Il provvedimento di arresto su disposizione della procura di Perugia sarebbe stato deciso dopo mesi di indagini con microspie e telecamere piazzate nel suo ufficio di piazzale Clodio, che avrebbero consentito di raccogliere indizi concreti circa le sue presunte responsabilità. In particolare Staffa si sarebbe compromesso a causa di una relazione con un transessuale straniero, che sarebbe stato anche ripreso all'interno del suo ufficio. Staffa in servizio alla procura di Roma da 15 anni, è nato nel 1957 a Napoli. All'inizio degli anni 90 ricopre a Venezia il ruolo di presidente di corte d'Assise. In quella veste condannò nel 1997 l'ex boss della Mala del Brenta, Felice Maniero, accusato di 9 omicidi, e poi processò i "Serenissimi" per l'assalto al campanile della notte tra l'8 e il 9 maggio 1997. Passato a fine anni 90 a Roma divenne titolare dell'inchiesta sugli aborti clandestini avvenuti presso la clinica Villa Gina. Staffa ha fatto parte anche del pool dei magistrati che si occupano dei reati sulla persona e di violazione delle legge sugli stupefacenti, come magistrato della Direzione antimafia. Per un breve periodo ha seguito anche l'inchiesta sulla scomparsa di Emanuela Orlandi.


Add a comment

Cordoglio per la scomparsa di Alberto Caperna

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOLutto improvviso alla Procura di Roma. A soli 61 anni, è morto a causa di un infarto il procuratore aggiunto Alberto Caperna. Originario di Veroli in provincia di Frosinone il magistrato responsabile del pool dei reati contro la pubblica amministrazione era titolare dei casi Fiorito e Maruccio legati ai fondi Pdl della Regione Lazio. In passato Caperna aveva svolto importanti inchieste giudiziarie tra le quali il crollo del palazzo di via Vigna Iacobini, avvenuto alla fine degli anni novanta nel quartiere Portuense, a Roma oltre a delicate inchieste giudiziarie come quelle relative al caso Lusi ed altre analoghe. Noto per la sua riservatezza e discrezione, ma soprattutto per la sua professionalità, Caperna si è anche occupato della vicenda della casa dell'ex ministro Scajola, dell'appalto nell' ambito dell'inchieste sul G8 della scuola Marescialli di Firenze, dell'indagine Parentopoli romana, del filone romano dell'inchiesta Parmalat. Così come si occupò della presunta compravendita di senatori.


Add a comment

Saranno magistrati

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOCari amici, anche questa volta voglio raccontarvi una storia che sa da un lato potrebbe far sorridere dall'altro, almeno questo è stato il mio stato d'animo, fa rabbrividire e, soprattutto, professionalmente e umanamente indignare. Sappiamo tutti cosa significa attraversare le porte dell'abilitazione all'esercizio della professione forense: un'abilitazione che, a differenza, di tante altre si svolge come fosse un vero e proprio concorso peccato all'esito senza la certezza di un posto di lavoro. Anzi, c'è stato chi, agli albori di una simile prova, ha anche detto:" Condoglianze, perché d'ora in poi non riuscirai facilmente a lavorare". Sarà forse per questo che, al "concorso" per diventare avvocati c'è la possibilità di consultare i famosi codici commentati che per qualcuno sono un conforto concreto, per qualcun altro un effetto placebo! Il concorso in magistratura è tutta un'altra storia, come sappiamo! Beh questo è il concorso blindato, fatto di codici secchi e frequentato da candidati studiosissimi come non mai, giusto?! In definitiva chi sceglie di affrontare un concorso simile si approccia consapevolmente ad un tipo di professione "particolare"! Bene, eppure, cari amici, anche il concorso in magistratura ha presenze UFO che, causa il loro comportamento, decretano un'atmosfera al limite del terrore che non ha nulla da invidiare al Terrore storico che abbiamo appreso dai libri di scuola. Infatti, capita che, al concorso per diventare magistrati, si presentino candidati con addosso svariati "bigliettini" (per cosa poi non si sa!), vengono pizzicate dai vigilanti, la polizia penitenziaria, colti sul fatto, e queste persone hanno anche l'ardire di fare scene isteriche fino a dover mettere in moto l'ambulanza. Ma questo è nulla: ci sono anche individui particolari, non con la pelle verde, ma con fattezze umane che non appena vedono avvicinarsi gli uomini in divisa mangiano i loro bigliettini, nascosti nei posti più impensati. Chissà forse per un attacco improvviso di fame! Magari saranno stati anche gustosi! Ed ecco che l'aria del terrore si scatena anche contro chi non c'entra nulla: non si va in bagno prima di due ore, non si fanno file al bagno perché si rischiano capannelle tra candidati, se si va in bagno bisogna aspettare che il guardiano (per gli uomini) e la guardiane (per le donne), dopo avere ispezionato il servizio igienico, ti dia l'ok, contando i minuti in cui sei dentro. Peccato che anche accedere alla toilette è un "sogno": prima vieni perquisito da capo a piedi, in tutti i modi, come togliere le scarpe, togliere i calzini, svuotare le tasche il tutto con tanto di armi addosso. Un trattamento riservato al migliore dei delinquenti e al peggiore dei detenuti! Poi c'è la fase "banco": non ci può nemmeno alzare la testa per girare il collo che il sospetto di sovversione subito avanza e prende forma nei controllori che sono addosso subito come falchi! Ancora il vicino di bagno ha fame e vorresti passare dei biscotti, solo che devi farlo alla presenza del guardiano altrimenti l'onta del passare appunti è compiuta. Vuoi soffiarti il naso? Beh una "precontrollatina" al pacchetto dei fazzoletti di carta è d'uopo perché dentro un innocente pacchetto di tal fatta ci sono armi segrete. E se poi hai bisogno di un fazzoletto di carta, perché l'aria condizionata che c'è sembra il vento del Titanic, e la collega accanto vuole passartene uno, beh anche qui c'è bisogno della presenza e del controllo del guardiano che prende il fazzoletto da una mano e lo passa nell'altra mano! Poi c'è la fase elettronica: ominidi che con strumenti particolari girano come cercatori di tartufi a cercare "blue toot" o cellulari illegalmente introdotti. La cosa triste è che, aimè, vengono trovati! Certo se, volendo fare il magistrato, l'approccio iniziale, o meglio a monte, è questo forse non è il "massimo" per coloro che saranno magistrati!

Paola Tullio

Avvocato del Foro di Roma

Responsabile della comunicazione A.T.R.


Add a comment

Corte costituzionale: mediazione rimandata

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLODopo tanta attesa finalmente è arrivata la notizia che tanti attendevano: è stata fissata la data dell'udienza nella quale sarà discussa la questione sulla legittimità di alcune delle norme di cui al D.Lvo 28/2010 e del Regolamento attuativo di cui al D.M. 180/2010. Infatti, è prevista per il 23 ottobre prossimo l'udienza in Consulta sul tentativo di conciliazione obbligatoria prevista dal decreto legislativo 28/2010. Si aprirà dunque dopo l'estate la discussione su una delle questioni di legittimità costituzionali più rilevanti che hanno investito la discussa materia della mediazione civile. Relatore sarà l'ex giudice di Cassazione, Dott. Alessandro Criscuolo. A sollevare la questione è stato il Tar Lazio con l'ordinanza della sezione I del 12 aprile 2012.


Add a comment
Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto