Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Decentratori o accentratori?

Negli scorsi mesi il Consiglio comunale romano approvava il regolamento per l’esecuzione del decentramento amministrativo, cioè quel complesso di norme destinate alla definizione delle competenze delle circoscrizioni capitoline. La delibera, che era una conseguenza di una legge dell’Aprile 1976, sembrava essere un importante passo avanti per far si che le circoscrizioni assumessero i propri tratti somatici e perdessero quell’aspetto i oggetto misterioso che hanno ancora oggi per molti cittadini non “addetti ai lavori”. La realtà, come spesso in queste cose, era ovviamente diversa: infatti il regolamento, senza il trasferimento dei poteri decisionali e la conseguente elezione diretta dei consiglieri circoscrizionali, é praticamente acefalo, o, in parole più crude, non serve pressoché a niente.

Abbiamo voluto iniziare il nostro discorso con questa precisazione perché l’Ufficio Stampa del Comune di Roma ha dedicato, nei primi due numeri del suo nuovo notiziario mensile, ROMA COMUNE, ampio spazio a questa delibera, illustrandola come un grande passo in avanti per la definitiva realizzazione di quel decentramento per il quale i partiti che attualmente formano la Giunta capitolina si sono, e ne diamo atto, battuti da anni. Ora ciò che ha fortemente colpito é che l’Ufficio Stampa, mentre dedicava ampio spazio, lodandola, a questa delibera, faceva notare, in un inciso di quattro righe di piombo, che “per la piena efficacia del regolamento sarà necessario preparare, con una lunga serie di apposite delibere, il trasferimento dei poteri decisionali alle venti circoscrizioni”.

Ovvero, dopo tante chiacchiere, come si dice a Roma, siamo “da capo a dodici”: infatti, poco tempo dopo, la notizia che le elezioni circoscrizionali, prima fissate alla primavera del 1977, poi spostate a Novembre per effettuarle, si é detto, in concomitanza di elezioni in altre città italiane, sono state definitivamente procrastinate alla primavera del 1978.

A stretti rigori di logica questo comportamento della Giunta capitolina è incomprensibile: come é possibile che partiti, che hanno voluto il decentramento e continuano a dire di volerlo, nella pratica ne ostacolano o ne ritardano la realizzazione?

Ma se in termini di logica la risposta può risultare incomprensibile, in termini politici é chiara: i partiti che attualmente formano la Giunta, se prima volevano il decentramento per prendere delle fettine di potere in quei quartieri in cui sono elettoralmente più seguiti, ora che lo gestiscono per intero non hanno alcun interesse a rischiare di perderne altre fette. Ma questo discorso, come lo abbiamo rifiutato ieri allorché a farlo erano altri partiti, spesso altrettanto spudoratamente, lo condanniamo oggi, non in nome di un simbolo partitocratico, ma in nome di quella correttezza democratica che i partiti italiani citano sempre dai banchi dell’opposizione e dimenticano spesso sulle poltrone del potere.

 

Romolo Reboa*

Avvocato del Foro di Roma

Banner

Newsletter

Newsletter

Articoli correlati

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto