Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Si fa presto a dire avvocato!

Si lavora agli albi di specialità.

 

Il mercato si evolve e l'avvocatura tenta di adeguarsi.

Negli ultimi anni, sia per esigenze di mercato che per gli effetti dell'iperproduzione legislativa dell'Unione Europea, si sono verificati molti cambiamenti: la normativa è cresciuta in maniera impetuosa; sono nate sostanzialmente nuove materie e nuove specialità; si è fatta sempre più pressante la necessità di acquisire competenze interdisciplinari (basta pensare al diritto penale dell'informatica) e di saper operare a livello internazionale; all'interno dell'avvocatura è cresciuto notevolmente il numero degli avvocati o degli aspiranti tali; il confronto tra liberisti ed 'ordinisti' non riesce a risolversi lasciando in forse molte elementi della futura avvocatura, dal ruolo degli ordini alle regole di concorrenza, per finire con l'accesso alla professione.

In tale contesto, da parte dei clienti è sempre più avvertita la necessità di ricevere garanzie sulla specializzazione reale dell'avvocato che si ha di fronte, mentre da parte dei legali dovrebbe (il condizionale è quanto mai d'obbligo) essere avvertita la necessità di specializzarsi, a causa dell'evidente impossibilità di avere una conoscenza onnicomprensiva di qualunque branca del diritto.

Il problema, evidentemente di difficile soluzione, sembra sia stato affrontato prospettando la creazione dei cosiddetti 'albi di specialità', ai quali stanno lavorando alacremente le camere penali.

L'organizzazione di tali albi ha subito affrontato una serie di questioni di principio, primo dei quali il criterio stesso di specializzazione.

A differenza di quanto sia immediatamente immaginabile, il criterio di specializzazione non dovrebbe essere la competenza sul diritto sostanziale ma quella sul diritto processuale, partendo dal presupposto (a dire il vero alquanto illusorio e irrealistico, forse in contraddizione con i motivi stessi dell'esistenza della specializzazione) che un avvocato debba essere preparato in tutti i campi del diritto, mentre le difficoltà più consistenti si affrontano sul terreno del diritto processuale.

E' stata quindi prospettata la creazione di quattro categorie di specializzazione divise per diritto processuale pertinente, più una dedicata a coloro che non svolgono attività giudiziale: penalisti, civilisti, amministrativisti, lavoristi, infine stragiudiziali.

Ulteriori categorie dovrebbero solo costituire sottogruppi.

Una serie di elementi sui quali riflettere a questo punto è sul 'come', 'quando' e 'chi' specializzare.

Si sono prospettare due ipotesi al riguardo: secondo la prima, la specializzazione sarebbe un processo volontario costituito da attività di formazione, certificazione, etc; secondo l'altra ipotesi, la specializzazione dovrebbe essere obbligatoria per tutti e, in un primo momento di attuazione della riforma, l'adesione ad una categoria potrebbe avvenire in vari modi ed anche senza esame, ma con una sorta di autocertificazione di competenze da produrre sulla base di criteri uniformi.

Evidentemente la prima ipotesi riduce la carica riformatrice degli albi di specialità, senza incidere sulla massa di avvocati 'tuttologi' e creando piuttosto una elite di specializzati.

Le alternative sono molte, e sulla materia si dibatte in maniera continuativa.

Dopo aver gettato gli elementi di base, i penalisti stanno comunque proseguendo i lavori per la creazione degli albi di specialità e le novità ed i dettagli saranno presentati nei prossimi tempi.

 

Maria Serra

 

 

 

 

 

 

Banner

Newsletter

Newsletter

Articoli correlati

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto