Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

La riforma del mercato del lavoro

Le novità delle riforma Biagi in materia di lavoro.

 

In data 31 luglio 2003 il Consiglio dei Ministri ha approvato il testo definitivo del Decreto legislativo in attuazione dei principi contenuti nella Legge 30 14 febbraio 2003, in materia di occupazione e mercato del lavoro, nota come «riforma Biagi».

Il provvedimento, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 9 ottobre, recependo gli orientamenti comunitari in materia, introduce nel nostro ordinamento nuove figure contrattuali finalizzate all’ottenimento di una maggiore flessibilità della prestazione lavorativa.

In particolare la normativa volge a modificare ed integrare la disciplina dei contratti di collaborazione coordinata e continuativa (Co. Co. Co.) che pur mantenendo i caratteri peculiari della prestazione autonoma senza vincoli di subordinazione, saranno possibili solamente nel rispetto di precisi requisiti.

Tra detti requisiti spicca la previsione di un «progetto o parte di questo» funzionale ed essenziale sia per la costituzione del rapporto di collaborazione che per lo svolgimento di questo.

Si sottolinea che, qualora venga accertata giudizialmente l’assenza della progettualità nel rapporto così instaurato, questo si trasformerà in rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

La disciplina del «lavoro a progetto» sostituirà quella delle collaborazioni coordinate e continuative, ma, quelle in essere al momento del vigore delle nuove disposizioni resteranno valide sino alla loro scadenza e comunque non oltre un anno dalla vigenza della normativa in questione.

Rivoluzionario invece è l’introduzione della nuova disciplina sulla somministrazione di personale: il provvedimento, nel proseguire la strada intrapresa dalle norme sul lavoro interinale verso la liberalizzazione del mercato del lavoro, contiene l’espressa abrogazione del divieto di somministrazione di manodopera e quindi della legge 1369/60.

In base ai nuovi principi introdotti, il datore di lavoro potrà ricorrere alla somministrazione di personale anche a tempo indeterminato rivolgendosi ai soggetti debitamente autorizzati.

Al fine di tutelare il lavoratore sarà vigente il principio della garanzia della solidarietà tra fornitore e utilizzatore per tutte le obbligazioni verso il lavoratore.

Resta fermo che, in caso di violazione delle disposizioni riguardanti la legittimità di detti contratti, il lavoratore potrà ricorrere al Giudice del lavoro, con la procedura di cui all’articolo 414 del codice di procedura civile, la trasformazione del rapporto così instaurato in rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, con effetti dall’inizio del rapporto.

Il contratto di somministrazione (detto anche «job leasing ») pertanto, avrà una duplice connotazione, dando luogo ad un rapporto di fatto tra il lavoratore e l’utilizzatore alle cui dipendenze si svolge la prestazione; ad un rapporto di diritto tra il lavoratore e l’agenzia di somministrazione.

Non sono previsti limiti temporali all’utilizzo della somministrazione, ma il ricorso a tale tipologia è ammesso solo in presenza di ragioni di carattere tecnico, produttivo e organizzativo. Altra novità introdotta dall’emanando decreto è l’istituto della certificazione dei rapporti di lavoro.

Tale strumento, finalizzato anche alla riduzione del contenzioso giuslavoristico, permetterà, per mezzo dell’assistenza di Enti autorizzati a tal fine, di dare una maggiore stabilità al contratto di lavoro.

La certificazione infatti, costituisce una preventiva dichiarazione di «conformità alla legge» delle parti stipulanti e che, nell’economia processuale, avrà la valenza di una presunzione.

Tale nuovo istituto sarà anche utilizzabile in sede di transazione e rinuncia.

Tra le novità spiccano quelle riguardanti i contratti a contenuto formativo, con la soppressione dei contratti di formazione e lavoro e l’introduzione dei contratti di «inserimento» e dei nuovi contratti di apprendistato.

E’ stata prevista la possibilità, per tutte una serie di prestazioni occasionali (es. giardinaggio – lavori domestici – ripetizioni scolastiche), di ricevere a titolo di corrispettivo dei «bonus» di valore limitato, che il prestatore provvederà a cambiare in denaro liquido presso l’emittente; tale previsione dovrebbe favorire l’emersione del «lavoro nero » e quindi l’evasione contributiva e fiscale.

In conclusione di questa parziale illustrazione del provvedimento, entrato in vigore il 24 ottobre, è opportuno sottolineare che molti degli istituti da questo previsti non avranno immediata vigenza, visti gli ampi rimandi a successivi provvedimenti ministeriali ed alla contrattazione collettiva.

 

Domenico Ruggeri

Banner

Newsletter

Newsletter

Articoli correlati

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto