Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Vittime della strada, più tutela

Il recente Disegno di Legge presentato dall’onorevole Mugnai può aggiornare la normativa nazionale e rafforzare gli strumenti a tutela dei diritti delle vittime degli incidenti stradali.

 

 

L’evoluzione del diritto positivo, la richiesta di una sua interpretazione più attinente al comune sentire, la giurisprudenza più attenta a redimere contrasti costituzionali e ad allargare la tutela giuridica delle vittime della strada portano a ritenere necessaria la modifica di alcune norme del codice civile e l’inserimento di altre innovative.

Tale convenzione risulta rafforzata anche dall’effetto delle direttive europee e delle sentenze della Corte di Giustizia della Comunità, che hanno precipuamente stabilito l’obbligo per gli stati aderenti all’Unione di dotarsi di normative diverse dalle attuali.

In ambito comunitario, dopo una fase iniziale contraddistinta da misure sporadiche ed occasionali, sono state adottate numerose ed importanti direttive che si sono concentrate soprattutto su aspetti specifici di volta in volta apparsi meritevoli di una disciplina comune, segnatamente per quanto concerne il diritto dei contratti e della responsabilità civile.

Da tali considerazioni e riferimenti emerge con chiarezza la necessità di adeguare la nostra normativa vigente modificando alcune norme che si pongono in contrasto con le direttive europee prima richiamate.

Il disegno di legge S 2047, presentato il 28 febbraio al Senato dall’onorevole Franco Mugnai, è diretto proprio ad aggiornare il codice civile ed il codice di procedura civile. Una breve analisi dell’articolato consente di coglierne i punti di forza.

L’articolo 1 intende dare tutela e certezza del diritto alle vittime della strada evitando differenze di trattamento e risolvere il problema (anche di costituzionalità) dell’attuale interpretazione dell’articolo 2059, che non prevede la risarcibilità del danno morale in alcune situazioni.

L’articolo 2 potrebbe porre rimedio alla situazione attuale per cui il diritto al risarcimento del danno è ora legato ad un’incomprensibile sperequazione del termine prescrizionale a seconda se il danno venga causato da un fatto illecito generico o dalla circolazione di veicoli.

Il terzo articolo del DDL S2047 è stato inserito per evitare la presentazione di querele al solo fine di allungare il termine prescrizionale applicabile all’azione civile.

Il quarto articolo prevede termini di prescrizione adeguatamente lunghi per i diritti derivanti da polizze infortuni o malattie.

Infine, gli articoli 5 e 6 consistono in una serie di innovazioni che, risolvendo alcuni problemi tecnici, consentirebbero un miglioramento della macchina giudiziaria e quindi una maggiore tutela per i cittadini.

Si tratta dunque di una normativa il cui fine è risolvere in maniera precisa i problemi attuali senza produrre nuovi oneri o carichi di lavoro per gli operatori del diritto.

Settimio Catalisano* Avvocato del Foro di Roma

Banner

Newsletter

Newsletter

Articoli correlati

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto