Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Intervista al Presidente OUA, Nicola Marino: revisione geografia giudiziaria

oua-marinoSabato 6 Aprile si è tenuto un incontro, promosso dall'Oua, con il sostegno del Coordinamento degli Ordini Minori e la partecipazione del Cnf, di una folta rappresentanza degli Ordini forensi e delle Associazioni e dei Sindaci dei Comuni interessati dal provvedimento di chiusura di circa 1000 uffici giudiziari. Al termine è stato approvato un documento che proclama l'astensione di due giornate a maggio con una manifestazione nazionale a Roma e chiede la sospensione immediata della revisione della geografia giudiziaria già in corso e che sarà a regime dal 13 settembre prossimo."Prosegue e si rafforza quella che è una battaglia di civiltà e di buonsenso per tutelare la giustizia di prossimità ed evitare di far precipitare nel caos la nostra già malandata macchina giudiziaria", questo il commento di Nicola Marino, eletto di recente Presidente Dell'OUA, che ha gentilmente, accettato di rispondere alle nostre domande.

Presidente, sono trascorsi ormai alcuni mesi dalla sua nomina, come si sta trovando a ricoprire questo ruolo all'interno dell'OUA? Per quale motivo crede di essere stato scelto proprio Lei, a parte ovviamente le indubbie capacità lavorative? C'è qualcosa che vorrebbe dire all'Ex Presidente Maurizio De Tilla che l'ha preceduta?

Io vengo da un lungo impegno sia nelle istituzioni, quale Consigliere e Presidente del C.O.A. Foggia, sia nella politica forense. Certamente il mio precedente incarico come vice presidente dell'Oua ha avuto un certo peso nell'orientare le scelte dei delegati dell'assemblea dell'Organismo Unitario. Vuole essere una candidatura di unità e di rafforzamento del protagonismo politico della categoria. E in questo direzione ci stiamo muovendo. In quanto al presidente de Tilla che mi ha preceduto, ne riconosco i meriti e le capacità personali. Gli auguro buona fortuna con la sua nuova avventura con l'associazione che ha fondato, sono certo che nelle battaglie dell' avvocatura, sarà sempre a fianco dell'Oua.

L'OUA, come sempre, si è impegnata e si sta impegnando in molteplici battaglie nell'ambito della giustizia tra cui spicca, sicuramente, il lavoro fatto per giungere all'approvazione della riforma forense. Può dirci qualcosa al riguardo? Cosa pensa dell'anno giudiziario appena concluso e di quello che sta iniziando ora?

La riforma forense è un punto di partenza e non di arrivo di una battaglia per il rilancio della professione. È un passaggio importante perché ha interrotto una stagione di provvedimenti contro gli avvocati cominciata con la legge Bersani del 2006 e continuata con l'introduzione della mediazione obbligatoria, dei soci di puro capitale, del filtro in appello,dell'abbattimento dei parametri,ecc...Ho solo citato solo alcuni aspetti controversi di questo ultimo decennio. Diverse facce di uno stesso progetto: limitare l'accesso alla giustizia ai cittadini e svilire il lavoro dell'avvocato, piegandolo a una visione mercantile. In alcuni campi, la battaglia, appunto, è stata vinta, mi riferisco alla mediazione (dichiarata incostituzionale, ma su cui pero bisogna rimanere vigili); ma anche con la riforma forense, che deve essere migliorata, ma che ha consentito di bloccare questo processo. Dal nuovo anno giudiziario, promettiamo ancora più slancio, a partire da una questione di grande importanza come la riqualificazione dei mortificanti parametri dei compensi vigenti che impoveriscono una categoria già allo stremo.

Su quali tematiche sta lavorando attualmente l'OUA e quali sono i progetti futuri che, in qualità di Presidente, vorrebbe sottoporre all'attenzione dell'Organismo? C'è qualcosa che vorrebbe dire ai giovani avvocati che, con passione e nonostante il periodo difficile, si accingono a intraprendere la professione forense?

La prossima sfida è contrastare l'irrazionale, controproducente e incostituzionale revisione della geografia giudiziaria. E' necessaria la revisione, ma con metodo diverso e con analisi sul territorio. L'Oua in tal senso ha proclamato due giorni di astensione a maggio. Ma anche per sventare il tentativo della compagnia assicurative di far abbattere le tabelle dei risarcimenti da danno biologico, attraverso un Dpr del già concluso Governo Monti. Infine, un forte impegno per una vera riforma della giustizia, basata su due cardini: modernizzazione ed efficienza. E con un riferimento forte: la tutela dei cittadini e del diritto di difesa. Ai giovani Colleghi l'invito al rispetto delle norme deontologiche nell'interesse della categoria e dei clienti; all'aggiornamento continuo per affrontare con competenza e serietà gli incarichi assunti. Ci auguriamo che il periodo buio passi e si prospettino tempi migliori.

Vanessa Pinato

Banner

Newsletter

Newsletter

Articoli correlati

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto