Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Nuove tariffe per la giustizia

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOAnno nuovo, giustizia nuova. Ma in che modo? E' entrata in vigore il 1°Gennaio la legge del 24 dicembre 2012, n. 228 che detta, tra i tanti, nuovi importi in materia di contributo unificato, apportando così modifiche al D.P.R. del 30 maggio 2002, n. 115 (Testo unico sulle spese di giustizia). La legge di stabilità ha infatti ancora una volta inciso sul contributo unificato reintroducendo l'imposta di bollo nei certificati penali, modificando relativamente ai procedimenti innanzi al Consiglio di Stato e ai TAR, l'articolo 13 DPR 115/02 (testo unico spese di giustizia), punto 6 bis lettere c), d) ed e) che nella nuova formulazione è il seguente: "...c) per i ricorsi cui si applica il rito abbreviato comune a determinate materie previsto dal libro IV, titolo V, del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, nonché da altre disposizioni che richiamino il citato rito, il contributo dovuto è di euro 1.800; d) per i ricorsi di cui all'articolo 119, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, il contributo dovuto è di euro 2 .000 quando il valore della causa è pari o inferiore ad euro 200.000, per quelle di importo compreso tra 200.000 e 1.000.000 il contributo dovuto è di euro 4000 mentre per quelle di valore superiore a 1.0000.000 di euro è pari ad euro 6.000. se manca la dichiarazione di cui al comma 3 bis dell'articolo 14 il contributo dovuto è di euro 6.000.; e) in tutti gli altri casi non previsti dalle lettere precedenti e per il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nei casi ammessi dalla normativa vigente, il contributo dovuto è di euro 650. ...". Nel processo civile le principali modifiche riguardano il regime delle impugnazioni. Infatti ai sensi della normativa in oggetto, all'articolo 13 del testo unico di cui al DPR del 30 maggio 2002, n. 115, dopo il comma 1-ter è inserito il seguente:"1.quater quando l'impugnazione, anche incidentale, è respinta integralmente o è dichiarata inammissibile o improcedibile, la parte che l'ha proposta è tenuta a versare un ulteriore importo a titolo di contributo unificato paria a quello dovuto per la stessa impugnazione, principale o incidentale, a norma del comma 1-bis. Il giudice dà atto nel provvedimento della sussistenza dei presupposti di cui al periodo precedente e l'obbligo di pagamento sorge al momento del deposito dello stesso". La particolarità della disposizione in oggetto risiede nel fatto che in materia di contributo unificato la determinazione, la quantificazione in relazione agli scaglioni e la relativa riscossione è sempre stata rimessa alla esclusiva competenza del funzionario addetto all'ufficio. Un discorso a parte bisogna fare per i procedimenti in materia di impresa (D.Lgs. 27 giugno 2003, n. 168), di competenza delle sezioni specializzate appositamente istituite presso Tribunali e Corti di Appello, per i quali gli importi da applicare in base al valore del processo sono raddoppiati. In merito alla natura del contributo in generale ed ai suoi profili di criticità, evidenziata la circostanza che ci troviamo davanti ad una tassa di fatto che il legislatore ha voluto artificiosamente sganciare dal servizio reso e ancorare ad un parametro che per nulla ha a che vedere con la progressività costituzionalmente prevista (art. 53 Cost.), si tratterà di valutare la recente previsione del raddoppio di questo tributo per le Società. Non è stato previsto alcun aumento di organico; il maggior gettito stimato in 600.000 € per il 2012 e altrettanti per il 2013 dovrà servire per l'allestimento delle nuove sezioni specializzate dove erano assenti quelle dedicate alla proprietà industriale. Per le imprese è previsto il pagamento del doppio del contributo unificato con riferimento al valore della causa. Paradossale è la situazione che si verrebbe a creare in caso di impugnazione ed eventuale rigetto. Ma l'intento del legislatore è veramente quello di alleggerire il carico giudiziario destinando gli introiti ad un aumento di organico? Sembrerebbe che si voglia disincentivare il cittadino (persona fisica o giuridica che sia) ad accedere alla giustizia. L'art. 24 Cost. comma 1 e 2 recita: "tutti hanno la facoltà di agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi. La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento".

Vito Salvatore Pecorella

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto