Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

La vicenda del comunicatore: bomba o polveri bagnate?

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOSembrava una bomba ad alto potenziale, destinata a far saltare l'intero palazzo, ma il boato è stato viceversa l'effetto di una pesante scaramuccia in un clima di guerra: insomma una sorta di bomba carta, anzi di carte bollate.

Eppure gli elementi per il crollo del palazzo c'erano tutti.

Un'assemblea dell'Ordine degli Avvocati per l'approvazione del bilancio (quella del 28 giugno 2012), ove tutti gli iscritti avevano ricevuto sms da parte dei legali dei "partiti forensi" contenenti l'invito a parteciparvi.

La denuncia di Livia Rossi, autorevole ex componente del Consiglio dell'Ordine, che rappresentava fatti di interesse persino della Procura della Repubblica in quanto possibile illecito di utilizzo distorto di denari della Pubblica Amministrazione, reato sicuramente odioso allorché investe un ordine professionale e si parli di fondi degli iscritti.

L'alto potenziale deflagratore era altresì dimostrato dalle numerose e-mail sulla vicenda poi ricevute dagli avvocati e dall'articolo, uscito sulla cronaca di Roma del più importante quotidiano nazionale, il Corriere della Sera, che aveva titolato "Bufera sull'Ordine degli Avvocati".

Dopo qualche giorno il clima è ancora di guerra, ma il palazzo non è crollato ed occorre capire se la bomba carta ne ha minato le fondamenta o ha solo fatto qualche danno all'immagine già sbiadita dell'avvocatura.

Il caso ormai è chiaro: con delibera n° 14 del 26 aprile 2012, rinvenibile anche sul sito ufficiale dell'Ordine Forense Romano, è stato deciso di concludere con un ingegnere "di fiducia delle cariche istituzionali del Consiglio" un contratto a progetto per dodici mesi per complessivi € 24.000,00, sostitutivo del contratto per la redazione, stampa e sviluppo on line delle riviste Temi Romana e Foro Romano, stipulato il precedente biennio, definito "costoso" in quanto avente un onere (quantificato nella delibera come "reale") di oltre € 90.000,00.

Secondo la delibera da tale spesa sarebbe scaturita la produzione di soli tre numeri di Foro Romano e di un numero di Temi Romana.

Si legge nel verbale n°14 che la delibera sarebbe stata assunta all'unanimità da parte di tutti gli attuali consiglieri dell'Ordine.

Viceversa, nella seduta successiva, i consiglieri Conte e Condello esprimono parere contrario all'approvazione del verbale della seduta precedente e l'ex Presidente, avv. Antonio Conte, disconosce sia di aver partecipato al voto sia, sostanzialmente, che lo stesso sia mai avvenuto.

La polemica non si ferma qui in quanto Conte, nella seduta successiva, incalza, chiedendo chiarezza sui rapporti personali e professionali tra il Presidente, avv. Mauro Vaglio, e l'ingegnere che ha ricevuto il contratto di comunicatore esperto nel settore informatico.

Nel verbale si leggono anche richieste di chiarimenti nei rapporti tra due società, una delle quali da molto tempo fornitrice del Consiglio dell'Ordine per il sistema del voto elettronico e nella quale avrebbe lavorato anche la figlia del neo comunicatore.

Nello stesso atto si legge anche la risposta di Vaglio il quale, nel rivendicare la natura fiduciaria della figura di un comunicatore istituzionale, illustra al Consiglio le caratteristiche del professionista, affermando "che ha dimostrato in più occasioni di saper impostare efficacemente gli aspetti grafico-tecnici della comunicazione, tra l'altro collaborando al successo del sito della lista "Agire e Informare"".

Dice ancora Vaglio: "l'efficacia dell'apporto tecnico ha già dato i primi frutti, avendo contribuito in maniera determinante a rendere più efficace la rappresentazione delle istanze dell'Avvocatura romana e a far sì che il Consiglio sia riuscito, in una settimana, ad ottenere un'audizione presso la Commissione Giustizia del Senato, ad ottenere un'intervista del Presidente a "Poltrona rossa" nonché una intervista su Rai Televideo".

La polemica sembrava sopita, una delle tante tra gli esponenti della nuova e vecchia maggioranza che chiunque può leggere facendo il download delle delibere del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma.

Dopo l'Assemblea del 28 giugno e l'articolo del Corriere della Sera, la vicenda si infiamma perché si associa l'accusa di aver affidato l'incarico senza gara al fatto che il professionista risulta socio di una società di cui anche il Presidente Vaglio è socio.

Polemica che, secondo Vaglio, è priva di senso visto che trattasi di società inattiva da molto tempo che non ha ricevuto alcun incarico dal COA.

InGIUSTIZIA, volendo andare a fondo nella vicenda, ha scoperto che l'attuale comunicatore del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma non è un quisque de popolo, ma un uomo noto nel mondo dell'informatica non solo perché, circa 25 anni or sono, ha scritto pubblicazioni informatiche tuttora in vendita sui siti web, ma per un evento molto più importante di cui riferisce un sito internet in inglese, che lo definisce l'uomo che ha fatto conoscere l'iPod al Santo Padre.

Per l'esattezza un iPod nano bianco molto piccolo che, secondo lo stesso sito, avrebbe fatto dire al papa Benedetto XVI che la tecnologia informatica è il futuro.

Per l'esattezza l'uomo chiamato a dare il proprio apporto alla comunicazione dell'Ordine degli Avvocati è il responsabile dei servizi informatici della radio Vaticana.

Insomma una personalità che potrebbe aprire molti canali di comunicazione agli avvocati, tant'è che Mauro Vaglio ha commentato la vicenda su InGIUSTIZIA affermando che "è stata scoperta l'acqua calda e fatto tanto clamore solo al fine di cercare una rivincita in sede di elezione dei delegati al congresso forense".

Ma la polemica non si ferma qui, in quanto su un blog del sito http://www.politicamentecorretto.com utilizzato da Vaglio per rispondere agli attacchi ricevuti, è intervenuta l'avv.ssa Paola Parigi (del Foro di Milano) che sostiene che il contratto per Foro Romano e Temi Romana di cui era beneficiaria aveva in realtà un oggeto più ampio, riguardando anche sito internet consiliare, e che ammontava a soli € 48.000,00 annui (e non a oltre 90.000,00 come scritto nel verbale consiliare). Lamenta anche di essere stata trattata malissimo dai nuovi vertici istituzionali.

Continuano a girare e-mail, volantini e minacce di querele, sicché, se è vero che la bomba non ha buttato giù il Palazzo, il boato lascia intendere che difficilmente l'estate porterà silenzio sulla questione.

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto