Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Le sfide della mediazione

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOPresso il Circolo Culturale Arte & Pensieri, Bridge Mediation  con il Forum delle Professioni e Meliusform hanno presentato “I Quaderni della Conciliazione”.
Il 30 giugno 2011 presso il Circolo Culturale Arte & Pensieri in Roma, via Caracciolo 12, Bridge Mediation  con il Forum delle Professioni e Meliusform hanno presentato “I Quaderni della Conciliazione”. La prima, a quanto è dato sapere, rivista dedicata al dibattito ed all’approfondimento del nuovo istituto introdotto con il D.lgs.  28/21010. L’iniziativa appare tempestiva e necessaria per trarre il nuovo istituto di tutela dei diritti dalle secche di una improduttiva guerra di religione e ricondurlo all’analisi giuridica e sociologica. Questione centrale è se l’istituto sia o meno idoneo a  soddisfare, e si a quali condizioni, per la sua parte; la domanda di giustizia. Il D.lg 28/2010 si poteva e doveva articolare meglio definendone la funzione a breve e lungo termine non necessariamente coincidenti; inserendolo in un ampio e sistematico disegno di riforma della giustizia e delle professioni. La stessa ricognizione delle materie ex art. 5 appare incoerente; non appaiono sufficientemente scolpiti i ruoli dei soggetti, la terzietà e l’indipendenza degli organi; dubitosi i rapporti con il processo ecc….. Occorrerà poi vigilare sulla concreta attuazione dell’istituto per trarre indicazioni emeliorative ed eliminare le contraddizioni che ne minano l’efficacia. Agli organizzatori del Convegno sono apparsi in questa ottica essenziali due temi: la formazione e le regole di comportamento; che sono come l’olio per i motori; se carenti la macchina non camminerà.
Il Prof. Sandulli ha evidenziato la necessità di una “nuova cultura della lite” valorizzando la capacità della soluzione negoziata di meglio rispondere alla richiesta di pace sociale - ne cives ad armas ruant - ; nel solco dell’insegnamento del Cappelletti.
La critica di privatizzazione della giustizia, appare in questa ottica; un “idola” usato strumentalmente. A tacere della già ampia delega di funzioni amministrative e giurisdizionali all’avvocatura.
L’Avv. Cardinale forte di un ampia esperienza internazionale ha sottolineato come con lo sviluppo dell’istituto emergerà una nuova “dimensione professionale”. La mediazione come occasione di sviluppo della professione. Ovviamente il presupposto di un tale sviluppo sarà il superamento dell’attuale deficit dell’attualità dei soggetti ed un più attento sistema di controllo sugli organismi onde evitare il rischio della mercificazione della conciliazione. L’Avv. Diotallevi ha inserito l’istituto nella crisi del diritto come lex e con l’emergere invece di un nuovo jus. In breve l’emergere di una norma creata rispetto ad una legge data. Gli Avvocati così dovranno recuperare un giusto ruolo sociale connesso alla nuova funzione maieutica. Anche qui è condizione essenziale il dovere di competenza. Da ultimo il sottoscritto si è occupato degli aspetti deontologici sottolineando in particolare come le norme di correttezza debbano innanzitutto riguardare gli organismi, specie quelli di amministrazione. In particolare il rischio di cortocircuito riguarda proprio gli Ordini e si annida nella distribuzione degli incarichi.
Qualche autore ha suggerito a tal fine di applicare un sistema analogo a quello tabellare; un idea da approfondire con attenzione. Per quello che attiene il conciliatore e soprattutto gli avvocati in mediazione, già il codice deontologico forense contiene norme sufficienti e consolidate nell’interpretazione, che valgono ad orientare i comportamenti dei soggetti nei loro ruoli ed a tutelare l’interesse pubblico alla correttezza e trasparenza del procedimento.
Il sottoscritto ha informato infine l’uditorio della prossima pubblicazione dell’art. 55 bis c.d. emanando appositamente e secondo la delega normativa. Di particolare interesse è non solo l’insistenza sul dovere di competenza ma anche la norma che descrive con ampiezza di fattispecie l’incompatibilità tra funzione mediatoria, relazioni professionali anche indirette con gli avvocati in mediazione e la precedente o successiva accettazione di incarichi da una delle parti.
Una norma dunque “robusta” e di pieno valore al contrario del Codice Europeo di Condotta norma priva o di riconoscimento o di valenza consuetudinaria. Per chiudere, la Media-Conciliazione danneggerà solo chi non saprà o non vorrà relazionarsi con essa; l’impoverimento dell’Avvocatura ha ben altre e più lontane origini.

Roberto Zazza* Avvocato
Presidente del Forum delle Professioni

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto