Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Morire a vent'anni

Muor giovane chi al cielo é caro: questa frase, retaggio di studi classici, densa di tanto pessimismo, ma non per questo vuota di saggezza, si adatta terribilmente alla situazione attuale, come a voler significare una specie di cinica spiegazione logica per il sangue di tanti giovani che quotidianamente bagna i quartieri delle nostre strade.

Eppure tanto sangue non ha alcuna spiegazione logica: ragazzi di nemmeno vent’anni muoiono o, forse ancora peggio, si trasformano in  feroci assassini senza in fondo sapere perché o per chi. Un tempo si moriva per la Patria, per l’onore, per dei sentimenti che, al  di là del giudizio che attualmente si può dare su di essi, erano universalmente riconosciuti come positivi anche da coloro che l’evento bellico ti poneva di fronte come nemico.

La vita é una di quelle cose che a vent’anni non dovrebbero mai mancare, ma dal  momento che la si deve perdere, che almeno la cosa abbia un significato.

E quale significato hanno avuto le morti di Walter Rossi, di Angelo Pistolesi, di Franco Ciavatta? Quello di scatenare la spirale della violenza, di accendere la miccia dell’odio, non certo quello di fare un’Italia migliore. Questi ragazzi, e tutti gli altri che purtroppo li hanno preceduti, credevano in ideali spesso discordi e, magari, opposti, ma certamente in uno comune: la vita. Ed è l’ideale della vita, della libertà di vivere e di essere felici che hanno ucciso.

I giovani credono in questo ideale, e quindi non uccidono se non sono strumentalizzati o fortemente provocati; ma altri cinicamente calcolano, provocano e strumentalizzano. Il cinismo bestiale di chi predica l’odio, sia di classe, che di governo, che di generazione, di chi specula sulle morti per costruire il proprio potere, é l’unico, vero, responsabile di tanto sangue: è questo criminale disegno sulla pelle dei giovani che é purtroppo l’unica spiegazione logica di tante sofferenze. Non per il comunismo Walter Rossi, non per il corporativismo e la socializzazione Franco Ciavatta e gli altri hanno dato le proprie vite, ma solo per gli sporchi intrighi di chi sulla loro morte ha puntato e probabilmente ha vinto.

Ma é ora di dire basta! La giovinezza ora sconfitta deve passare al contrattacco, scacciare l’odio dal proprio cuore per farvi ritrovare la fraternità e la solidarietà giovanile basata sul rispetto delle idee divergenti altrui: e solo allora, a pagare saranno i criminali provocatori!

 

Romolo Reboa

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto