Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Il regime di pubblicità sulle imposte

Negli ultimi giorni sono stati esposti al pubblico i volumi contenenti il reddito IRPEF e ILOR dichiarato dai Romani nel 1975. Malgrado il lodevole principio della pubblicità del reddito dei cittadini, l’applicazione pratica ha lasciato molto a desiderare: si sono e si stanno verificando tuttora dei casi spiacevoli, conseguenza di questo sistema di libera esposizione, che lasciano credere che più di pubblicità legale si tratti di pettegolezzo legalizzato.

La stampa, pubblicizzando i redditi di molti contribuenti, oltre ad individuarne forse alcuni meno onesti, sta però letteralmente creando dei possidenti e degli evasori in base a cifre che, viste da sole, non possono dare un quadro completo della effettiva situazione di quel cittadino.

Intendiamoci, noi non vogliamo qui difendere il grande evasore fiscale, ma ci rendiamo conto, ad esempio, che esaminando la dichiarazione IRPEF di un imprenditore notoriamente benestante, si possono trovare dei redditi chiaramente troppo bassi per il suo presunto stato patrimoniale, ma, siamo certi, prima di bollarlo come evasore, che questo imprenditore non abbia investito i propri capitali in una o più società (produttive e non di comodo, n.d.r.) i cui utili sono regolarmente denunciati nella dichiarazione IRPEG? E poi, é proprio impossibile che un imprenditore possa quell’anno aver solo difeso il proprio patrimonio, essersi cioé accontentato degli utili ottenuti e regolarmente tassati gli anni precedenti? Non tanto, se moltissimi economisti parlano del mantenimento dell’elevato tenore di vita degli italiani, malgrado la crisi, come una conseguenza dell’intacco delle somme risparmiate negli anni precedenti.

E poi, con questo sistema di pubblicità-pettegolezzo, si creano casi tipo di quell’industriale genovese che aveva regolarmente denunciato gli utili del’anno del boom della sua azienda che, però, l’anno successivo era stata chiusa perché non più produttiva: questa persona, oltre ad aver pagato regolarmente le proprie imposte, si é vista, dopo che il suo reddito era stato dato in pasto alla cittadinanza, oggetto di svariati tentativi di estorsione al punto di essersi amaramente pentito della propria onestà.

Quindi facciamo attenzione al regime di pubblicità che adottiamo nella dichiarazione dei redditi; si applichi una pubblicità legale come quella immobiliare o delle società, anche con dati più eloquenti del semplice imponibile, ma sia una pubblicità per la tutela dei terzi interessati, come nei principi generali del diritto, e non la occasione per dei pettegolezzi da paesino di provincia.

 

Romolo Reboa

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto