Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Riforma: la mediazione finalizzata alla conciliazione

Le onde anomale del processo civile.

 

In attuazione dell’art. 60 della legge n. 69/09, sulla riforma del Processo civile, è entrato in vigore il 4 marzo scorso il decreto legislativo n. 28, in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali.

La norma prevede l’istituzione di particolari organismi di mediazione, presso enti pubblici e privati, o presso i consigli dei vari ordini professionali, camere di commercio, associazioni di categoria e sindacati, la cui funzione dovrebbe essere quella di fornire assistenza legale a soggetti in conflitto, fino a far raggiungere loro lo sperato accordo, nei casi in cui la controversia riguardi materie civili e commerciali su diritti disponibili.

A partire dall’anno prossimo, poi, in alcune particolari materie (condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di azienda, contratti assicurativi, bancari e finanziari, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica, da diffamazione a mezzo stampa o altro mezzo di pubblicità, da circolazione di veicoli e natanti), l’esperimento del procedimento di mediazione, sarà condizione di procedibilità dell’azione civile ordinaria.

E’ da tempo, ormai, che il nostro legislatore declina la parola mediazione in ogni modo e su ogni tipo di materia, pur di arrivare al tanto agognato traguardo della deflazione dei procedimenti processuali pendenti.

Si tende a sostituire funzioni che da sempre sono prerogativa dei magistrati e degli avvocati, con quelle di figure professionali nuove che non si capisce perché dovrebbero riuscire, laddove i primi falliscono.

A volte sembra che il “Palazzo”, pur di riempirsi la bocca dicendo “abbiamo fatto la riforma” di un determinato ambito del diritto, invece di inserire le norme rispettando rigorosi criteri di sistematicità, ve le butti letteralmente dentro, nella sconcertante incapacità di prevedere anche le più immediate conseguenze che un innesto, così disarmonico e disorganico, potrà provocare.

Nella migliore delle ipotesi, quello che si produce non è mai il risultato sperato, ma un pericoloso effetto domino, che sarebbe devastante se la riforma non venisse revocata alla prima prova sul campo, palesando tutta la sua inutilità (si pensi alla norma che qualche anno fa aveva previsto, in materia di sinistri stradali, due diversi tipi di procedimento, a seconda che l’incidente avesse provocato solo danni materiali o solo lesioni fisiche, dimenticando quid iuris nel caso – poi non così raro ed inimmaginabile – che in uno stesso incidente si producessero gli uni e le altre).

Altre riforme si potrebbero intitolare: “Tanto rumore per nulla” . Vedi quanto successo per il processo societario, morto praticamente in culla, o per la legge sull’affidamento condiviso, che di fatto non ha prodotto nessun cambiamento di rilievo rispetto al sistema precedente.

Più che delle riforme, queste nuovi innesti normativi sembrano a volte delle “onde anomale”: lì per lì fanno tanta impressione, ma ormai cominciamo a farci l’abitudine e già sappiamo che basterà aspettare un po’, perché tutto torni come prima.

 

 

Raffaella De Angelis * Avvocato del Foro di Roma

 

 

 

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto