Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

Paola Saraceni, Segretario Nazionale UGL Ministeri, avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOLa parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.

 

Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed è indubbio che senza risorse finanziarie, senza gli investimenti nella formazione e nell’innovazione informatica, senza gli incrementi nelle postazioni di lavoro del personale qualsiasi riforma, giusta o meno che sia sarà destinata a fallire. A tal proposito abbiamo interpellato Paola Saraceni, segretario nazionale UGL Ministeri.

Segretario, il 4 luglio scorso è divenuta legge la riforma del processo civile. Quali le ricadute sull’attività giudiziaria?

Qualsiasi riforma della giurisdizione non può prescindere dal personale giudiziario ed è più che mai necessaria una politica che sappia programmare i suoi bisogni quantitativi e qualitativi; che lo formi e lo motivi e ne curi il benessere.

Il personale giudiziario ridotto numericamente si ripartisce già un enorme carico di lavoro e la riforma del processo civile ne prospetta un ulteriore gravoso incremento, mentre è noto a tutti che il personale a supporto della giurisdizione è l’unico nel settore pubblico a non aver avuto la possibilità di un processo di riqualificazione nonostante fosse previsto dal CCNLdel 5 aprile 2000. Proprio in questi giorni, durante lo sciopero ci siamo recati negli uffici giudiziari e abbiamo constatato che la situazione ormai è collassata: uffici deserti, mucchi di fascicoli abbandonati in ogni angolo dei corridoi e via dicendo.

Le carenze di strutture, di personale, di mezzi e soprattutto di risorse finanziarie dimostrano una complessiva disattenzione rispetto agli aspetti organizzativi, che rappresentano l’aspetto più importante affinché il sistema possa essere efficiente.

A gran voce viene richiesta la sospensione del contratto integrativo per il personale giudiziario. Quale l’alternativa?

Nessuna trattativa può andare avanti senza che al personale venga riconosciuto il diritto di progressione in carriera, bloccato dall’aprile 2000. Da oltre 10 anni il Personale degli Uffici Giudiziari aspetta di essere riqualificato al pari dei colleghi di tutti gli altri ministeri. Per questo motivo, chiediamo di sospendere la trattativa sul Contratto Integrativo e di procedere, per Legge, alla ricollocazione di tutto il personale giudiziario, nella posizione economica e giuridica immediatamente superiore, per sanare una decennale ingiustizia!

Infine, Segretario, il 10 luglio u.s. è stato siglato il “Patto per la giustizia e per i cittadini”. Cosa ne pensa?

Il “patto per la giustizia” nelle intenzioni va sicuramente bene. Resta però il fatto che per i lavoratori non cambia nulla. “ L'esempio lampante è quanto annunciato dal sottosegretario Caliendo nel corso di incontro con i sindacati, secondo il quale per la riqualificazione del personale giudiziario servono 40 milioni di euro. Se poi alla mancata riqualificazione di cancellieri, ufficiali giudiziari, ausiliari e contabili aggiungiamo che con la riforma del processo civile e con la legge sulla sicurezza, altre competenze stanno per piovere sulla testa dei dipendenti giudiziari, tra l'altro già in grave sottorganico, allora ecco spiegato perché secondo la Ugl Ministeri le riforme a costo zero sono inattuabili se si vuole per la giustizia italiana un reale un cambio di rotta.

 

Carmen Langellotto

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto