Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Le insidie del web: phishing

phisavv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOInternet, carte di credito, pin, home banking, bancomat, pagamenti telematici, e-commerce ed altro: il massiccio sopravvento di nuove tecnologie ci apre continuamente nuovi scenari ma - ahimè - stimola anche la fantasia dei malfattori ad esplorare nuovi orizzonti. Tra i nuovi fenomeni da temere, una speciale menzione la merita senz'altro il "phishing", uno dei più diffusi strumenti di acquisizione di illeciti profitti. Il phishing consiste nell'invio massiccio di ingannevoli messaggi telematici (usualmente tramite posta elettronica) che figurino - falsamente - provenire da banche e società affidabili, inducendo i destinatari a rivelare incautamente i dati di accesso (le username e password) alle loro risorse patrimoniali gestibili via internet. L'espressione phishing origina dal verbo inglese "to fish" (cioè "pescare"), evocando le movenze di un immaginario pescatore di frodo che, sbarcato sul web, si adoperi per "prendere all'amo" gli ignari utenti della Rete. Quello che sorprende é che, contrariamente a quanto possa credersi, coloro che attuano il phishing non si avvalgono affatto di complessi strumenti informatici, limitandosi invece a ricorrere a mere tecniche persuasive esercitate per mezzo di parole ben scelte e di grafiche sovente raffinate. Comunque sia, praticando il phishing, i malintenzionati attuano una condotta indubbiamente criminale. Per questo, il fenomeno del phishing deve interessare anche gli avvocati: certamente i penalisti ma anche coloro che debbano occuparsi dei conseguenti profili civilistici del fenomeno. Da un punto di vista penale, il phishing integra certamente gli estremi dell'ipotesi di truffa (art. 640 c.p.), declinando poi nell reato di frode informatica (640 ter c.p) e sovente comportando, inoltre, la successiva fattispecie del delitto di riciclaggio (648 bis c.p.). Ciò in quanto, dopo aver carpito le credenziali per accedere ai conti bancari di coloro che subiscono la truffa, i malfattori prelevano il danaro dai conti stessi e li inoltrano on-line verso le più svariate destinazioni, al fine di far perdere le tracce informatiche del proprio agire e dei patrimoni sottratti. Come attuare ciò? Qui sta la ingegnosità del sistema. Spesso, il criminali del phishing danno corso una complessa serie di trasferimenti bancari - che usualmente terminano in Paesi esotici, dalle giurisdizioni compiacenti- avvalendosi della ingenua complicità di altri sprovveduti utenti della Rete. L'identità di quest'ultimi può coincidere anche con coloro che sono stati essi stessi vittime di phishing, essendo i malfattori venuti a conoscenza delle credenziali di accesso ai loro conti bancari. In altri casi, ulteriori ignari complici possono divenire anche coloro che vengano "arruolati" con promesse di opportunità di lavoro oppure con la prospettiva di facili guadagni. La collaborazione che viene richiesta a questo genere di involontari complici consiste nella disponibilità del loro conto corrente, in cui dovranno essere "ospitate", per un tempo limitato, le somme sottratte alle iniziali vittime, destinate ad essere presto trasferite, tramite ulteriori bonifici, sui depositi bancari dei soggetti fiduciari dei truffatori. In tal modo, i proventi del phishing vengono fatte circolare in molteplici conti correnti, così ostacolando le indagini di ricostruzione dei movimenti finanziari disposti dai criminali. Tale ultima condotta configura, però, il delitto di riciclaggio, commesso da "chiunque sostituisce o trasferisce denaro, beni o altre utilità provenienti da delitto non colposo; ovvero compie in relazione ad essi altre operazioni, in modo da ostacolare l'identificazione della loro provenienza delittuosa,..". Attenzione, dunque: dobbiamo essere consci che la Rete non merita tutta la fiducia che siamo abituati a tributarle. Internet è una utilissima risorsa ma può anche divenire una realtà molto pericolosa, se utilizzata senza le dovute cautele.

Alessandro Graziani*

Avvocato del Foro di Roma

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto