Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Agenzia Capitolina sulle tossicodipendenze

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLO"L' Agenzia nacque, diversi anni fa, con l'intenzione di rappresentare un punto d'osservazione globale su un fenomeno, quello delle tossicodipendenze a Roma, complesso e in continuo cambiamento, e alla cui base vi sono fattori sociali, ideologici e di disagio familiare. Per quindici anni abbiamo dialogato costantemente con gli enti territoriali e con le forze dell'ordine, seguendo le indicazioni delle varie amministrazioni comunali, che priviegiavano soprattutto gli spetti sanitari dell' azione contro le tossicodipendenze. L'ultima Amministrazione ci ha chiesto invece, dal 2008 al 2013,di privilegiare la promozione d'uno stile di vita piu' sano tra i giovani, agendo, quindi, piu' sulla domanda di droga; ora, siamo disponibili a seguire le direttive anche della Giunta attualmente in carica, e sarebbe quantomeno un peccato smantellare questa Agenzia, il cui lavoro in cinque anni ha dato validi risultati".

Nella sala conferenze dell' Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, in via Voghera, lo psichiatra Santo Rullo, consigliere anziano dell' Agenzia, ha aperto così la presentazione alla stampa dei risultati dell' azione dell' ACT nel quinquennio 2009-2013, dopo un breve saluto del Presidente, Luigi Maccaro ("Ringrazio tutti gli operatori, che ci hanno aiutato a tirar fuori il problema droga dalle secche dell'ideologia, e ci permetteranno, a fine mese, di chiudere in attivo il bilancio 2013"). E Padre Matteo Tagliaferri, altro membro del Consiglio d'Amministrazione: "Viviamo ancora, sul piano culturale, una disattenzione per le domande sottese all'uso degli stupefacenti, per quella naturale, quanto disperata, esigenza di significati, di qualcosa per cui vivere, che, insoddisfatta, spinge tanti giovani a rivolgersi alla droga.Se vogliamo realizzare le indicazioni dell' ONU, che recentemente ha ribadito l'importanza di combattere proprio la domanda di droga, dobbiamo capire, insomma, cosa spinge gli utenti a cercarla: appunto per questo, negli ultimi anni, abbiamo organizzato tanti incontri tra i nostri operatori, i giovani e le famiglie".

"Nel 2009 - ha ricordato Massimo Canu, direttore dell' ACT - iniziammo a seguire le linee guida approvate dal Consiglio Comunale: le prime dopo undici anni di attività dell' Agenzia, che tenevan conto degli obbiettivi del PAN, Piano d' Azione Nazionale per le tossicodipendenze, e del Piano dell' Unione Europea di lotta alla droga. Prima, l'80% del bilancio dell' ACT ( che nel 2008, preciso, trovammo in passivo, e abbiamo riportato poi in attivo) era speso per la riduzione dei danni da tossicodipendenza. Noi abbiamo cercato invece d' agire direttamente sulle persone piu' bisognose d'intervento, anche quelle potenziali: cioè abbiamo lavorato alla realizzazione, per la prima volta, di servizi per una vera prevenzione del ricorso alla droga, e la promozione di stili di vita piu' sani. Questo ha comportato anzitutto lo sviluppo di tutta la rete informativa dell' Agenzia, sul web e telefonica, in merito appunto alle possibilità di cura, asilo, disintossicazione degli utenti e loro reinserimento sociale: i servizi in formativi dal 2012 al 2013 sono cresciuti, in termini di contatti con gli utenti, del 28%. Con la facoltà di medicina della "Sapienza", inoltre, che ha varato un programma di studio sulla diffusione delle tossicodipendenze riguardante 16.719 persone, abbiamo realizzato un questionario che è stato somministrato a 5.086 individui. In complesso, dal 2012 al 2013 la massa di contatti tra i nostri servizi informativi e gli utenti ha avuto un aumento esponenziale, del 191% ".

"In sintesi - ha precisato ancora Canu - risultano estremamente migliorati i servizi di cura, riabilitazione e reinserimento socio-lavorativo dei tossicodipendenti ( cosiddetti servizi "Ad alta soglia", come la Comunità di Riabilitazione Residenziale di Città della Pieve e il Centro Residenziale di Reinserimento di Via del Risaro, gestiti dal CE.I.S, di don Mario Picchi e da alcune cooperative sociali): paragonando i dati 2012 e 2013, si nota che nel 2013 c'è stato un aumento complessivo di utenti pari al 24,1%, rispetto al 2012, segno che il lavoro svolto all'interno dei Servizi a soglia intermedia, nell'anno precedente, è stato efficace, consentendo d' accompagnare l'utente verso percorsi ad alta soglia, finalizzati appunto al suo recupero, e reintegro nel tessuto professionale e, ove possibile, familiare".

Tra i servizi, attivati all'interno del "Nuovo Quadro dei Servizi Cittadino" del 2012, figurano Centri a bassa soglia; nuovi percorsi a soglia intermedia (tra cui, due Comunità Residenziali di prima accoglienza e un Centro Diurno Semiresidenziale); i ricordati servizi potenziati di cura, riabilitazione e reinserimento socio-lavorativo; e quelli deputati alla Prevenzione (tra cui due Servizi di Prevenzione sul web e ben cinque di Prevenzione per le scuole secondarie di secondo grado, presenti in tutti i 15 Municipi romani).

Di disagio giovanile e ricorso alle droghe, questa testata, sin dal 1978-'79, s'è occupata spesso: cercando - come sua precisa scelta, per ogni tema affrontato - d andare sempre dietro le quinte, afferrando il nocciolo della questione. E' da fine estate scorsa, che l'attuale Giunta capitolina non fa mistero di voler chiudere un' Agenzia, appunto questa per le Tossicodipendenze, che in cinque anni, con un fitto lavoro sul campo, ha prodotto anzitutto la diminuzione annuale dei morti per droga a Roma (dato certificato dal Viminale), e cercato di promuovere tra i giovani uno stile di vita sano, fondato sul principio di dire no a qualsiasi droga, "senza se e senza ma", e vòlto al recupero delle enormi potenzialità - intellettive, spirituali, pratiche- presenti in ogni uomo. Se il sindaco Marino vuol chiudere l' ACT, riaffidandone i compiti alle ASL (e quindi, diciamo la verità, dandolo interamente in gestione a quello stesso giro di cooperative che da piu' di trent'anni, ormai, in parte se ne occupa), ne dica chiaramente i motivi: spiegando bene ai cittadini come continuerebbero ad essere forniti al pubblico i servizi dell' Agenzia, e con quale impiego dei soldi dei contribuenti.

FABRIZIO FEDERICI

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto