Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

Efficienza della Giustizia civile

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOLa Commissione UE ha condotto uno studio comparativo dell'efficienza dei sistemi giudiziari degli stati della Unione, cui è seguito un riassunto espresso in tabelle statistiche comparative: "The UE Justice score-board". I dati sono stati rilevati al 2010 e lo studio è di recente edizione. Pur non avendo ancora acquisito il testo completo (c/a 750pg) le notizie di sintesi trapelate meritano di essere subito sottoposte all'attenzione dei colleghi e dei cittadini con qualche immediato commento. Il rapporto riguarda la "non criminal justice" e ciò quella che più tocca da vicino il cittadino; le giurisdizioni civili ed amministrative. E per non fare la figura dei "precisi" l'Italia non ha inviato i dati relativi ai processi amministrativi; cosicché le graduatorie ne risulteranno falsate a nostro vantaggio. Il rapporto mette in luce alcuni fatti e quindi responsabilità, che nella dialettica interna, vengono disinvoltamente attribuite all'Avvocatura. Secondo la vulgata giustizia non funziona perché gli Avvocati sono troppi, perché tendono a dilatare i tempi del processo; perché sono impreparati, perché non sono "trasparenti" (uso un eufemismo) ecc.. Gli altri soggetti del processo sarebbero invece Kaloi Kai Agathoi (corollario: e potrebbero meglio e più presto far da soli). La realtà è ben diversa. Le statistiche interne sono "viziate" dalle fonti; CSM e Ministero e per di più prive di valore scientifico e non esaustive di dati ed argomenti; quali l'analisi costi, il rapporto costi/benefici delle singole Corti e dei Giudici monocratici. Tutto questo era già stato palesato dai tre contro rapporti predisposti dall'OUA tra il 2004 ad il 2007 (Coordinatore l'Avv. M. Ubertini) e da un articoletto di stampa, perso nella nebbia e non ripreso da nessuno dei "giornaloni"; che allegava sinteticamente a "ciucci" la quasi totalità dei partecipanti agli ultimi concorsi per la Magistratura: la legge di Gresham dunque non vale sono per gli Avvocati! Quanto ai costi pubblici del sistema non essendo affidati al mercato, non sarebbe inopportuno un qualche sistema che premi la produttività qualitativa. Ma c'è di più. Certamente tra gli Avvocati c'è un forte deficit formativo, ma a loro giustificazione può addursi il basso livello di reddito, che malgrado le prevenzioni ideologiche è dato reale (come dimostrato dallo studio presentato all'Università di Bologna nel 2008 dal sottoscritto - mi scuso per l'auto citazione; cfr: intervista su Italia Oggi maggio 2008); cosicché un giovane potenzialmente valente sarà stretto tra l'impossibilità propria di sostenere oneri tra i 3.000,00 e gli 8.000,00 euro e quella del suo Ordine, che deve fronteggiare eserciti di praticanti e neo iscritti. Nella formazione dei Magistrati però l'Italia è al terzultimo posto, pur essendo i relativi costi posti a carico della collettività e non dei singoli fruitori. E questo concorre a spiegare perché il 40% delle sentenze sono riformate in appello e i "filtri" si risolvano quindi in denegata giustizia; a tacere dello scandalo di certe, anche recenti, sentenze della Cassazione sull'inammissibilità dei ricorsi. Ma ciò che più duole è la percezione che i cittadini hanno della indipendenza della magistratura: siamo 19° in Europa e 68° nel mondo. L'immagine dell'Avvocato inetto, corrotto o corruttore sconta almeno la circostanza che nel processo uno soccombe. La battaglia sulla separazione delle carriere non è dunque una fisima di Avvocati e politici a rischio. La riforma dell'intero sistema: dall'unità della giurisdizione, al processo telematico, alla separazione delle carriere, ai costi, ai controlli di produttività; allo smaltimento dell'arretrato con metodi non corporativi, la realizzazione di sistemi efficienti di alternative al processo ordinario; non può essere realizzata da uffici legislativi portatori (anche in buona fede) di interessi di parte; ma dovrà coinvolgere tutti i soggetti della giurisdizione con pari dignità e fondarsi su dati scientificamente rilevati. Le cento riforme del C.P.C. non hanno dato alcun esito solo riducendo il "processo giusto" al "giusto processo". Facciamoci in fretta tutti un esame di coscienza e obblighiamo la politica inetta e timorosa a "ratificare" una riforma della giustizia consentita tra tutti quelli che ogni giorno stanno in trincea per salvare almeno l'idea.

Roberto Zazza*

Avvocato del Foro di Roma

Presidente Forum delle Professioni

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto