Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

    Guarda la Cookie Policy

CEDU: caso Italia

avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Romolo Reboa, Reboa, Romolo, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLOCi hanno sempre insegnato a guardare avanti, che il futuro ci avrebbe dato la speranza e che con l'impegno e un po' di fortuna avremmo potuto far valere le nostre ragioni. Ogni tanto ci accorgiamo che le cose non vanno necessariamente così e che alla visione lineare ed evolutiva del tempo se ne affianca una ciclica, dove immancabilmente si commettono sempre gli stessi errori ma dove il punto più basso è anche quello di maggior speranza perché segna l'inizio di un nuovo ciclo virtuoso. A leggere la sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo dell'8 Gennaio 2013, caso Torreggiani, viene da pensare che quel punto più basso, il "fondo", l'abbiamo davvero raggiunto. Il sovraffollamento carcerario italiano infatti viene definito "strutturale", poiché nel 2010 vi erano 67.961 detenuti a fronte di una capienza massima di 45.000 persone con un tasso di sovraffollamento del 151%. La grandezza di tali numeri e la loro stabilità chiarisce che il sovraffollamento abbia ormai carattere non temporaneo e dunque si possa a ragione parlare di un "caso Italia", che ingloba tutti i misconosciuti casi dei carcerati italiani. Preso atto della permanente emergenza italiana, la Corte esamina se e quali misure l'Italia abbia adottato per farvi fronte. Il 13 Gennaio 2010 il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale, il 19 Marzo 2010 ha nominato un commissario per elaborare il "Piano carceri", il 29 Giugno 2010 ha approvato tale piano per realizzare, entro il 31 Dicembre 2012, 11 nuove carceri e 20 nuovi padiglioni in strutture esistenti e il 26 Novembre 2010 la legge 199 ha previsto che fino al 2013 gli ultimi 12 mesi di detenzione avvengano presso l'abitazione del condannato, salvo casi particolarmente gravi. Tanto si è detto e dibattuto in Parlamento e sulla stampa di tali provvedimenti che poco si è fatto. Anche al netto del decreto "svuota carceri" del ministro Severino, la situazione al 2012 rimane sostanzialmente invariata, con una popolazione carceraria di 66.585 persone e un tasso di sovraffollamento del 148%. Nella sentenza Torreggiani allora la Corte è passata dalla mera condanna dell'Italia ad un'opera di consulenza tecnica non richiesta, per cui peraltro essa stessa si dichiara fuori ruolo. La Corte evidenzia come il problema non può essere risolto con la creazione di nuove strutture carcerarie né è legata alla contingenza del momento, ma riguarda piuttosto il corretto uso delle strutture esistenti. Le misure cautelari dovrebbero essere, secondo la CEDU, le minime compatibili con gli interessi della giustizia e invece il 42% dei detenuti è recluso in regime di custodia cautelare a cui nella metà dei casi non seguirà una condanna definitiva. La Corte ci ricorda anche come mai abbiamo considerato seriamente le misure alternative alla carcerazione, come il famoso "braccialetto elettronico", apparso solo nel bilancio dello stato e nelle serie televisive. La convivenza col "caso Italia" non fa neanche più notizia, assomiglia un po' ad un conoscente antipatico che ogni tanto incontriamo al bar sotto casa e salutiamo controvoglia. La stabilità del "caso Italia" è di quelle che lascia solo la speranza e niente più, speranza che affidiamo agli operatori del diritto, coscienza civile del paese, perché mutino lo stabile declino della situazione carceraria in un nuovo ciclo virtuoso.

Massimo Reboa

Banner

Newsletter

Newsletter

Immagini da In-giustizia 

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/348377IMG_2330.JPG

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/466707Antonio_Di_Pietro.JPG

La riforma organica della magistratura onoraria

 Nell’ultimo decennio, per contenere l’arretrato giudiziario e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati togati, la giurisdizione é stata devoluta sempre più ai magistrati onorari, sia aumentando progressivamente la competenza Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/653028Immagine_015.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/576096Romolo_Reboa_078.JPG

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/585707NI2_4866.jpg

Ricadute sugli uffici e sul personale giudiziario della riforma

La parola a Paola Saraceni, Segretario nazionale UGL Ministeri.   Le modifiche apportate dalla riforma del processo civile a detta di molti determinerà un eccezionale aggravio per l’attività giudiziaria in generale ed Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/221145Immagine_008.JPG

Il sistema giustizia per Santacroce

Incontro con il Presidente della Corte di Appello di Roma   Questo doveva essere il resoconto di un’intervista a tu per tu con il Presidente della Corte d’Appello di Roma, Dott. Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/447772Immagine_007.jpg

Convegno: Magistrati scrittori

Il 2 ottobre 2011 si è tenuta presso la Pinacoteca Palacultura di Latina la quarta edizione del Convegno dei magistrati-scrittori,realizzato da Eugius, Unione Giudici Scrittori d’Europa, nell’ambito della kermesse “Giallolatino”, Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/975780Distribuzione_giornale_1993_33.jfif

35 anni tra i protagonisti al "Canottieri Roma"

Festeggiato il compleanno della fondazione del giornale con la presentazione del libro "Da Piazzale Appio a Piazzale Clodio" Martedì 14 dicembre 2010, presso il “Circolo Canottieri di Roma”, si è svolta Leggi tutto

http://in-giustizia.eu/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/97025316_dicembre.JPG

"Per i diritti degli ultimi"

La tradizionale serata di fine anno della rivista Venerdì 16 dicembre 2011 la nostra Capitale ha cambiato aspetto, o almeno così è stato in via Flaminia 213 dove, presso lo Studio Leggi tutto